Dieta mediterranea, così difende da smog ed inquinamento

Dieta mediterranea, così difende da smog ed inquinamento

Verdura, pasta, pesce ed extravergine d’oliva: la dieta mediterranea, ricca di antiossidanti, è uno scudo perfetto contro i danni dell’inquinamento e dello smog atmosferico.

Lo spiega una ricerca dell’Università La Sapienza di Roma, diretta dal professor Francesco Violi e presenta al Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Interna
(Simi).

Gli squadra di Roma ha lavorato con 100 volontari: operai di un’acciaieria del milanese, di cui sono stati controllati dieta e stato di salute (specialmente esposizioni alle polvere sottili),
misurata tramite analisi del sangue.

Poprio queste hanno provato come la presenza di agenti inquinanti (PM10 e PM5) riducessero i livelli di vitamina E, facendo aumentare lo stresso ossidativo e, di conseguenza, il rischio di
malattie cardiovascolari e cancro.

Detto questo, i soggetti che mettevano in tavola prodotti della dieta mediterranea, fatto testimoniato da alti livelli di antiossidanti, mostravano danni al DNA inferiori e perciò una
minore rischio di malattie.

Riassume il professor Violi: “Per la prima volta si è visto un possibile meccanismo che lega lo smog alle malattie cardiovascolari, perché lo stress ossidativo è una delle
cause principali di questo tipo di patologie. La ‘speranza’ per mitigare l’effetto nocivo dello smog è una dieta ricca di antiossidanti come quella mediterranea capace di contrastarne i
danni, aumentando il consumo di olio di oliva, pesce e verdura”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento