Dieta: dopo le vacanze si torna in forma con poco

Dieta: dopo le vacanze si torna in forma con poco

Dieta e vacanza non sono argomenti che vanno d’accordo: la prima impone regole alimentari, la seconda spesso spinge alla trasgressione.

Tuttavia, di ritorno dal mare o dalla montagna, non è necessario tornare in forma brutalmente: anzi, la dieta del post vacanza funziona meglio se a piccoli passi.

Lo sostiene una ricerca delle
Università di Birmingham e di Oxford (Gran Bretagna), diretta dalla dottoressa Claire Madigan e pubblicata sul”Journal of Public Health”.

L’indagine si è basata sulla selezione di un campione di lavoro: 3800 adulti, sovrappeso od obesi che, dopo consultazione con il medico di famiglia, sono stati divisi in due gruppi. Il
primo gruppo aveva ricevuto una bilancia e l’incoraggiamento a perder peso e pesarsi, oltre a due contatti telefonici per richiedere informazioni od avere un incoraggiamento. Il secondo gruppo
(gruppo di controllo) non ha subito nessun intervento per la perdita di peso od il mantenimento.

Dopo 12 mesi, tutti i volontari sono stati pesati e controllati: risultato, il primo gruppo aveva preso meno peso del secondo, 1,2 kg contro 1,8 kg in media.

Secondo la dottoressa Madigan, la ricerca prova una verità conosciuta nel campo delle diete: chi va piano, va sano e va lontano. Più chiaramente, le diete estreme fanno perdere
peso in fretta, ma quasi sempre lo fanno recuperare altrettanto velocemente: è l’effetto yo-yo portatore di danni psicofisici.

Perciò, la strada migliore passa per la perdita di peso graduale, dove l’eccesso viene limitato da rinunce accessibili ed accoppiato ad abitudini sane, come la pratica di abilità
fisica. Il dimagrimento è più limitato ma sicuramente più sano e duraturo.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento