Allergie alimentari, il vademecum per vacanze sicure

Allergie alimentari, il vademecum per vacanze sicure

La vacanza è un momento di festa, ma per gli allergici è un momento di pericolo, con situazioni alimentare difficili da gestire.

Allora, ecco un vademecum per difendersi da allergie ed intolleranze durante i momenti di festa.

  • Primo passo, partire preparati. Mettere in valigia gli alimenti buoni, da usare come sostituti, ed un kit di pronto soccorso: un farmaco a base di cortisone, un antistaminico e
    l’adrenalina.
    Inoltre, giunti a destinazione, se si arriva in strutture come albergo e ristorante vanno esaminati i luoghi di produzione del cibo, se necessario parlando coi titolari.

  • Quando si va all’estero, attenzione alla barriera linguistica: tradurre in certificato dell’allergologo, e fare attenzione alle etichette degli alimenti/ dei farmaci locali.

  • Cautela coi bambini. Il primo passo è la consapevolezza: fin da piccoli, devono imparare a chiedere prima di mangiare. In seguito, gli si insegnerà a lasciar perdere i
    cibi pericolosi. In ogni caso, in vacanza la sorveglianza deve aumentare: cibi nuovi, problemi nuovi. Ad esempio, la cucina maghrebina tratta uova e frutta secca in maniera da renderli
    indistinguibili nella pietanza.

  • Sfruttare i professionisti della Sanità. In caso di choc anafilattico, l’adulto deve riconoscere i sintomi, prestare il primo soccorso, andare a farsi visitare. A riguardo,
    per gli addetti ai lavori anche in caso di crisi passata. Come spiega il il professor Antonino Romano, responsabile di Allergologia del complesso integrato Colombus di Roma, “Anche se
    apparentemente sembra che l’emergenza sia rientrata è bene comunque recarsi sempre in ospedale e riferire sempre che si soffre di allergia, perché è possibile che si
    verifichi un’anafilassi bifasica, cioè i sintomi possono verificarsi anche ore dopo l’esposizione all’allergene”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento