Un delegato per i rapporti transfrontalieri tra Italia e Svizzera

Un delegato per i rapporti transfrontalieri tra Italia e Svizzera

I rapporti transfrontalieri tra Italia e Svizzera, che vuol dire principalmente tra Canton Ticino e Lombardia, sono in una fase delicata, in particolare a seguito del controverso referendum elvetico di febbraio che pone limiti alla presenza di lavoratori stranieri, che sono in prevalenza italiani.

Perciò  il Consiglio di Stato del Canton Ticino ha creato una nuova figura istituzionale, il Delegato del Cantone per i rapporti transfrontalieri, nella persona di Francesco Quattrini.

Secondo il comunicato ufficiale, questa decisione conferma gli orientamenti già indicati dal Governo nelle Linee direttive e Piano finanziario per la Legislatura 2012/2015, e mira a replicare – anche verso sud – la positiva esperienza maturata in questi anni con l’introduzione della figura di un Delegato per i rapporti confederali nella persona di Joerg De Bernardi.

Il nuovo Delegato si occuperà in particolare di rappresentare gli interessi del Cantone nei confronti delle Regioni confinanti, e – in collaborazione con le autorità federali – con le istituzioni della vicina Penisola.

Sul piano delle pubbliche relazioni, parteciperà a gruppi di lavoro e iniziative di carattere transfrontaliero, con l’obiettivo di migliorare l’immagine del Cantone e di sostenere le iniziative pubbliche e private che mirano a favorire, intensificare e consolidare gli interessi e la presenza ticinese in Italia e , in particolare, nelle regioni confinanti.

Dal punto di vista amministrativo, fornirà consulenza al Governo e all’Amministrazione cantonale – in stretta collaborazione con il Delegato per i rapporti confederali – per tutto ciò che riguarda le relazioni fra Svizzera e Italia.

Commento positivo del Presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici: “Un rinnovato plauso all’efficienza politica e al pragmatismo elvetici – ha detto – per avere deciso di istituire questa specifica figura-funzione in grado di intervenire, al loro sorgere, sugli inevitabili problemi che si presentano periodicamente tra le due comunità, ticinese e lombarda, nonostante tanti solidi e secolari legami. Al Delegato Francesco Quattrini i migliori auguri di buon lavoro”.

Francesco Quattrini (Locarno, 1971) ha ottenuto la licenza in scienze politiche e sociali nel 1995 all’Università di Losanna. Dal 2001 è attivo in seno al Dipartimento federale degli affari esteri, dove ha lavorato al Centro di politica e sicurezza internazionale e alla Divisione sicurezza umana, ricoprendo le cariche di Capo sezione politica dei diritti umani (2010/11) e Capo sezione politica di pace per l’Africa e l’America latin (dal 2011).

Tra il 2007 e il 2010 è stato consigliere e sostituto del capo missione  all’Ambasciata svizzera di Bogotà, in Colombia.

È domiciliato a Minusio, sposato e padre di due figli.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento