Dal 14 al 16 ottobre, a Morbegno (SO), una Mostra leggendaria: quella del Bitto

Dal 14 al 16 ottobre, a Morbegno (SO), una Mostra leggendaria: quella del Bitto

Dal 14 al 16 ottobre a Morbegno, alle porte della provincia di Sondrio, avrà luogo questa rassegna che è entrata, a giusta ragione, nella storia della nostra alimentazione
più genuina e sana. Non a caso accanto al titolo è scritto: “L’Arte del Gusto”.

Tra le novità di questa edizione va ricordato il gemellaggio con la rassegna della Val d’Aosta le “Grolle d’Oro” che si svolge nell’accogliente stazione sciistica di Saint-Vincent.
Da una parte il BITTO dall’altra la FONTINA. Due formaggi che hanno conquistato i palati più raffinati di mezzo mondo e che con orgoglio rappresentano le eccelse
capacità dei nostri produttori.

Indubbiamente oltre alla specie delle razze autoctone produttive un contributo lo si deve agli alpeggi che tanto in Valtellina come in Val d’Aosta sono tenuti in modo impeccabile, lontani dagli
inquinanti che ammorbano l’aria dei centri urbani.

Interessante sarà vedere tra i formaggi concorrenti al concorso del Bitto quello vincitore. Nell’ultimo concorso di Saint-Vincent la Grolla d’Oro andò al Raschella d’Alpeggio
aostana mentre al Bitto valtellinese andò la Grolla d’Argento.

Siamo ad una sfida che si annuncia sul filo del rasoio, anche perché in questi ultimi tempi altri formaggi sono venuti ad affiancarsi al bitto, come il Valtellina Casera, lo scimudin e
il latteria per quanto riguarda la Valtellina e le fontine per la Val d’Aosta.

Gli assaggiatori e la giuria avranno molto d’affare, anche se poi chi darà il verdetto finale sarà il pubblico, i visitatori che, come per le precedenti edizioni, in migliaia un
mancheranno a questo appuntamento che, nella sostanza, vuole essere un abbraccio tra chi piega la schiena per dare il meglio e chi, riconoscente, valorizza, consumandoli, i prodotti del loro
lavoro.

Nel padiglione oltre ai formaggi un posto d’onore, come lo Sforzato docg e il Valtellina superiore, lo avranno i vini tra i quali le Riserve che sono entrati a far parte delle più
fornite enoteche d’Europa e oltre. Questo per non parlare della frutta, dei pizzoccheri, del miele e dei dolci che sono di una squisitezza unica.

Oltre agli assaggi -dai formaggi agli insaccati e al “boccal di vin”- sarà l’occasione per scoprire come si fabbricano i barrique e si producono i formaggi mentre i cavalli da maneggio e
le mucche di Razza Bruna faranno la loro comparsa nei recinti loro assegnati. E poi stand, bancarelle e tanta allegria -della quale in questo particolare momento abbiamo tanto bisogno- faranno
il resto.

Come per ogni manifestazione del genere non mancheranno tavole rotonde e convegni con temi specifici ai quali saranno presenti esperti del settore.

Questi gli orari del Polo Fieristico:
venerdì: 10-23;
sabato 9-23;
domenica 9-20.

Informazioni:
Tel. 0342 601140

Bruno Breschi

Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento