Cucina messicana: Una delle gastronomie più apprezzate al mondo

Cucina messicana: Una delle gastronomie più apprezzate al mondo

Le vacanze sono ormai alle porte e, tra le innumerevoli mete esotiche scelte dagli italiani, il Messico è certamente una delle più amate. Storia, arte, cultura, divertimento e luoghi di una bellezza inimmaginabile ma anche una delle gastronomie più apprezzate al mondo: la varietà dei sapori, dei colori e dei profumi che la caratterizzano rendono questa cucina unica e ricca di sfaccettature.

La personalità gastronomica del Messico è in continua evoluzione grazie agli chef contemporanei, che la arricchiscono con ingredienti provenienti da tutto il mondo per creare fusioni cosmopolite.

I prodotti più rinomati a livello mondiale sono sicuramente i tacos, tortilla ripiegate su loro stesse, fatte con farina di mais o frumento e contenenti condimenti di vari tipi, ed il guacamole, la tipica salsa verde a base di avocado, lime, sale e pepe nero. Ma la cucina tradizionale messicana è molto altro: i sapori e gli aromi che la caratterizzano sono una piacevole sorpresa per i sensi.

Ecco dunque una breve top 10 delle pietanze messicane meno conosciute, ma dai sapori unici e particolari, che guideranno i turisti più curiosi alla scoperta di alcuni luoghi simbolo della cucina messicana.

Papadzules

Papadzules

  1. Tlayudas oaxaqueña Tipica dello stato di Oaxaca, questa tortilla gigante (può superare perfino il diametro di 40 cm) viene servita con fagioli, tasajo, cavolo, formaggio, avocado, cecina, chicarron (cotiche fritte) e pomodoro. Viene cotta in una padella di argilla o direttamente sui carboni ardenti.
  2. Mezcal Il mezcal è prodotto con l’agave, una pianta sempreverde, che quindi non perde mai le foglie durante tutto il corso dell’anno e che ha un ciclo di vita che va dagli 8 ai 14 anni. La base della pianta matura poco prima della fioritura. Il risultato è una bevanda davvero unica, deliziosa, forte e con un leggero sentore di affumicato difficile da scordare. Ben 29 dei 32 stati che compongono il Messico annoverano, o hanno annoverato, tra le loro tradizioni quella della coltivazione dell’agave e della produzione del mezcal; la denominazione d’origine controllata, ottenuta nel 1997, però, stabilisce che si possa chiamare mezcal solo il liquore prodotto in alcuni stati.
  3. Torta ahogadas A Guadalajara non si può non assaggiare questo piatto, simile a un sandwich ripieno di carne di maiale e salsa piccante, servito con anelli di cipolla, ravanelli, avocado e peperoncino.
  4. Pozole – Zuppa tipica di pollo o di maiale, saprà senza dubbio soddisfare gli appetiti più importanti. Il pozole rojo è il piatto perfetto per chi ama i sapori piccanti (il colore acceso viene conferito dal chilli e dagli aromi), mentre per chi preferisce toni più delicati è ideale il pozole blanco.
  5. Tumbagones – San Miguel de Allende vanta un’offerta culinaria che va dalla gastronomia tradizionale dei suoi mercati fino alle ricette della più alta cucina, e deriva da una particolare commistione di tradizioni indigene ed europee. Questi dolcetti, tipici della località, sono simili a dei cannoli e sono fatti con farina di grano, tuorlo d’uovo, cannella, arancia amara e anice. Possono essere accompagnati da zabaione o gelato.
  6. Enchiladas mineras – Si tratta di tortillas fritte ripiene di formaggio o pollo, insaporite da una salsa di peperoncino guajillo e coperte da lattuga, carote fritte e patate. Anch’esse tipiche di San Miguel de Allende, le enchiladas mineras sono un piatto molto sostanzioso, creato per soddisfare l’appetito di un minatore, un “minero”, appunto.
  7. Papadzules – Questo piatto, tipico della penisola dello Yucatan, ricorda molto le più note enchiladas: si tratta di tacos di mais che svelano un ripieno insolito, ossia uova sode, immerse nella salsa pipiàn, fatta con semi di zucca tritati, aromi, aglio e peperoncino.
  8. Xtabentún – Chiamato il “nettare dell’amore”, si tratta un liquore antichissimo, di origine maya. Fatto col miele fermentato al quale viene aggiunto del rum o del liquore all’anice, si assapora come aperitivo o digestivo. Il gusto dell’anice crea un contrasto perfetto con la saporita gastronomia yucateca. Si beve liscio, in ghiaccio, con miele o per preparare un buon caffè corretto.
  9. Panuchos – Specialità culinaria particolarmente diffusa nello Stato di Campeche, queste tortillas di mais fritte sono ripiene di fagioli neri e ricoperte di pollo o tacchino, accompagnati da avocado, lattuga, pepe in salamoia e cipolle in agrodolce.
  10. Cochinita pibil – Fra le ricette tradizionali di Campeche, da non perdere la gustosa carne di maialino da latte marinata nell’annatto e nel lime, avvolta nelle foglie di banana e cotta a fuoco vivo sotto terra.
Pop corn

Pop corn

Curiosità: lo sapevate che i popcorn sono nati in Messico? Gli archeologi ritengono che il mais sia stato coltivato lì per la prima volta circa 9.000 anni fa. Gli europei hanno poi imparato a conoscere questa specialità dagli Indiani Aztechi che lo utilizzavano come cibo e decorazione nelle cerimonie. Ora, è una sfiziosità universale.

Per maggiori informazioni: www.visitmexico.com/it/
Facebook: www.facebook.com/VisitMexico

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento