Consorzio di Tutela Ovada docg: un’eccellenza dell’Oltregiogo piemontese:

Consorzio di Tutela Ovada docg: un’eccellenza dell’Oltregiogo piemontese:

Cultura, rispetto del territorio e tradizione enogastronomica
Un’eccellenza dell’Oltregiogo piemontese:
il Consorzio di Tutela dell’Ovada docg

Il prossimo sarà l’anno dell’Expo di Milano, un evento di forte impatto mediatico ma anche di valore per un Paese, come l’Italia, che ha fondato nei secoli le sue glorie e le sue fortune anche e soprattutto sulla buona cucina e sul buon vino. Ed alla fine in questo articolo si parlerà proprio di questo: di buona cucina e buon vino italiani, nel rispetto della tradizione plurisecolare ma senza tralasciare il dato imprenditoriale.
Questo è il Consorzio di Tutela dell’Ovada docg che, dopo un anno e mezzo di vita, sotto la guida del Presidente Italo Danielli, coadiuvato dal vicepresidente Giuseppe Ravera e da Paolo Baretta delegato per le relazioni esterne, ha conseguito molti traguardi, tra cui, ultimo solo in ordine di tempo, una collaborazione sempre più stretta non solo con il Comune di Ovada ma anche con i ristoranti più quotati dell’Ovadese e di Rondinaria.
Infatti, su proposta di Italo Danielli, si è promossa un’iniziativa volta a creare una proposta di menu del territorio, legate alle tradizioni permanente in ristoranti quotati in tutte le guide, come l’Archivolto, da Pietro, il Quartino e la Volpina di Ovada, senza tralasciare il Moro di Capriata d’Orba. L’idea che sta alla base di quest’ambizioso progetto è semplice, dice il Presidente Danielli: “Semplice perché è nata da una volontà ed esigenza precisa: connotare, agli occhi soprattutto dei sempre più numerosi turisti che visitano la nostra zona, in maniera unitaria e concreta, la proposta enogastronomica dell’Ovadese e di Rondinaria. Con un menu permanente nei migliori ristoranti, redatto secondo precisi studi, non soltanto culinari per così dire, ma anche storico-sociali, credo che abbiamo fatto un qualcosa che esula dal semplice dato statistico”.
Questo particolare menu (proposto qui sotto ndr)  è già disponibile presso tutti i ristoranti già citati.

Archivolto Osteria Nostrale
Stuzzichini di benvenuto
Battuta di fassona, julienne di verdura e tartufo nero
Ravioli all’antica al sugo di arrosto
Brasato all’Ovada DOCG con verdure di stagione al burro
Selezione di formaggetta di Roccaverano e Castelmagno
Bonet piemontese e spuma all’amaretto
Piccola pasticceria
Caffè
Il menu è servito per tutto il tavolo
Euro 40, con abbinamento Ovada DOCG
Ovada, Piazza Garibaldi 25, 26 (Google Maps)
Tel:0143.835.208 e-mail: archivoltoosterianostrale@yahoo.it 
Web: www.archivoltoosterianostrale.it
Chiuso il Mercoledi

Da Pietro
Antipasto Pietro (Carpaccio al gorgonzola tartufato, Coniglio ripieno con salsa tonnata, Involtini di carne cruda e Roccaverano, Flan di asparagi o Zucchine, Mousse di Prosciutto)
Primi Piatti (a scelta)
Gnocchi alla Pietro
Ravioli all’Antica
Crespelle alla fonduta di Castelmagno
Secondi Piatti ( a scelta)
Filetto all’Ovada
Tagliata di Filetto a scelta asparagi o verdure grigliate in crema alla Voronoff o Roquefort)
Fritto misto alla piemontese
Dessert
Caffè
Euro 35 con abbinamento Ovada DOCG
Ovada, Piazza Mazzini, 13
Tel: 0143.80.457  
e-mail: ily71@libero.it 
Web: www.dapietroovada.it
Chiuso il Lunedi

Il Moro
Assaggio antipasti
Agnolotti nei tre modi “A Culo Nudo – Nel Vino – Al Tocco”
Guancino di Fassone all’Ovada DOCG con peperonata
Tortino alla pera con salsa di cioccolato fondente
Il menu è servito per tutto il tavolo
Euro 40, con abbinamento Ovada DOCG
Capriata d’Orba, Piazza Garibaldi, 6
Tel: 0143.46157 
e-mail: info@ristoranteilmoro.it 
Web: www.ristoranteilmoro.it
Chiuso il Lunedi

La Volpina
Lardo con le castagne cotte nel miele di castagno
Agnolotti fatti a mano a 4 dita nel vino Ovada
o
Taglierini all’Ovadese con sugo di trippe
(Antica ricetta dell’Hostaria Vittoria con alloggio e stallaggio)
Coniglio disossato in salmì all’Ovada guarnito con polenta
Assaggio di formaggette locali con le nostre conserve
Crema di vino all’Ovada con salsa di fragole
La piccola pasticceria
Caffè
Euro 40, con abbinamento Ovada DOCG
Ovada, Strada Volpina, 1
Tel: 0143.86008 
e-mail: info@ristorantelavolpina.it 
Web: www.ristorantelavolpina.it
Chiuso il Lunedi

Quartino di Vino
Benvenuto con piattino di filetto baciato di Cimaferle
Ravioli al plin con burro salato e salvia
Tris Piemontese composto da assaggi di battuta di Fassona Piemontese, formaggi del territorio, vitello tonnato
Bonet al bicchiere con la nostra pasticceria secca
Euro 30, con abbinamento 2 bicchieri Ovada DOCG
Ovada, via Roma, 23
Tel: 0143.381155 
e-mail: info@quartinodivino.it 
Web: www.quartinodivino.it
Chiuso il Lunedi
(I menu vengono aggiornati di tanto in tanto, in base agli ingredienti di stagione, sono pertanto da ritenersi indicativi)

Oltregiogo*
Con questo termine si indica un vasto territorio che appartiene amministrativamente al Piemonte solo in conseguenza del “decreto Rattazzi”, ma che per ragioni storiche, culturali e socio-economiche ricade sotto l’influenza genovese, e corrisponde alla parte meridionale della provincia di Alessandria. Si include anche in tale termine una porzione di territorio piacentino circoscritto però al comprensorio di Bobbio e il circondario di Mondovì.
I rapporti socio-economici sempre più stretti si individuano nel retroporto naturale della Città di Alessandria (naturale retroporto dello scalo ligure), dall’interporto di Rivalta Scrivia e dai progetti sul cosiddetto “Terzo Valico”.

Mattia Nesto
Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento