Conegliano (TV): CocoRadicchio 2009 è Musica per il palato!

Conegliano (TV): CocoRadicchio 2009 è Musica per il palato!

 

Venerdì 6 febbraio 2009 al ristorante Miron di Nervesa della Battaglia, prenderà il via la 21esima edizione di CocoRadicchio, la rassegna enogastronomia trevigiana
dedicata al Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP e organizzata dall’Agenzia Carry On, in collaborazione con la Provincia di Treviso, con il Gruppo
Ristoratori della Marca Trevigiana e con il Consorzio tutela Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP.

Alla cantante torinese Neja, famosa interprete di musica dance e pop, più volte ammirata sul palcoscenico del Festivalbar, il compito di inaugurare il suggestivo confronto fra
musica e cibo, proposto dalla rassegna. Quest’anno, infatti, grazie alla collaborazione con Radio Birikina e Radio Bella e Monella, i ristoranti del CocoRadicchio ospiteranno,
ciascuno nella propria serata, un cantante, che si esibirà in una breve performance live.

Da Miron, Neja proporrà i suoi più famosi successi, offrendo un piacevole intermezzo alle portate.

Allo chef Enrica Miron, sempre attenta alle cotture e a presentazioni moderne e inedite, il compito di creare dei piatti in grado non solo di valorizzare i delicati sapori del Radicchio
trevigiano, ma anche capaci di accordarsi alla musica e alla personalità dell’artista coinvolta. Al suo fianco, ad accogliere gli ospiti, il patron Roberto, la moglie Mary
e il fratello Andrea, responsabile di sala.

La serata avrà inizio, con gli stuzzicanti aperitivi, alle ore 20:30.

Il costo della serata è di 65,00 euro a persona.

Info e prenotazioni:

Ristorante Miron
tel. 0422 885165
www.ristorantemiron.com;
www.cocoradicchio.it

NEJA

Sin da bambina si scopre innamorata della musica e inizia a cantare jazz e gospel in tanti gruppi diversi. Il suo sogno però si realizzerà grazie alla dance.

Tutto inizia con i singoli «Restless» e «Shock!», due successi indimenticabili ballati nelle discoteche di tutto il mondo. Nel 1999 arriva il singolo
«The game», brano vincitore di «Un disco per l’estate». Nello stesso anno partecipa a tutte le puntate del «Festivalbar» e una lunga
tournée la porta fino in Giappone. «The Game» sarà anche il titolo dell’album di esordio. Neja è autrice dei 10 brani contenuti e per la prima
volta strizza l’occhio al genere pop con i suoni di «Fairytale» e «Mum’s day».

Ma non si tratta di un addio alla dance, anzi, nel gennaio 2000 è proprio una versione remix di «Fairytale» a fare breccia nei circuiti radiofonici europei.
In particolare, in Germania, viene licenziato dalla Universal che produce un video strepitoso!

Nel 2001 è la volta di «Time flies» e «Back 4 the morning». Quest’ultimo entra nelle classifiche dance degli Stati Uniti. Neja raggiunge così gli
USA e si esibisce a New York, Boston e in Texas.

Con il passaggio alla Universal, nel 2002, la tendenza verso la musica pop diventa più marcata. Il singolo «Looking for something» è protagonista in
diverse puntate del Festivalbar e, a fare da apripista all’album «Hot stuff», arriva il singolo omonimo e «To the music».

Nel 2005 esce «Who’s gonna be?», un brano decisamente pop, arricchito da diverse versioni rock, reggae, dance, licenziato anche in Spagna e in Europa orientale.

Nel 2007 invece torna alla dance con il singolo «Catwalk», che esce in prima battuta in Francia.

RISTORANTE MIRON

A Nervesa della Battaglia, ai piedi del Montello, Roberto Miron, con la moglie Mary e i figli Andrea ed Enrica, porta avanti, in quella che era la trattoria del padre, una tradizione:
l’amore per le cose buone, per i sapori e i profumi del bosco.

Rinomato da sempre come «re dei funghi» per la possibilità di assaggiare deliziose pietanze a base di funghi 365 all’anno (cifra stilistica della cucina
sono infatti i famosi funghi autunnali, ma anche quelli di primavera) il Ristorante Miron propone autentiche rarità, che il micologo Roberto riesce a scovare grazie ai suoi
decennali rapporti con esperti raccoglitori di ogni dove.

La preziosa tradizione della cucina e la cura nella scelta degli ingredienti incontrano nella terza generazione, i fratelli Enrica e Andrea, massima attenzione per cotture e
presentazioni moderne e inedite.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento