CocoRadicchio 2009

 

Tormentoni musicali passati alla storia, brani dance, pop, latino-americani e… il Radicchio trevigiano. Quest’anno la rinomata cicoria di Treviso si condisce di musica!

La 21esima edizione di CocoRadicchio, la rassegna enogastronomica trevigiana dedicata al Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco, organizzata dall’Agenzia Carry On,
in collaborazione con la Provincia di Treviso, con il Gruppo Ristoratori della Marca Trevigiana e con il Consorzio tutela Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco IGP, si
articolerà, infatti, in sette serate “culinarie e musicali”, in programma fra il 6 febbraio e il 10 marzo 2009 nei sei storici ristoranti membri
dell’Associazione CocoFungo (Alla Torre, Barbesin, Celeste, Gigetto, Miron e Terme), affiancati, dall’anno scorso, da un locale di Monaco di Baviera (il Der Katzlmacher).

Grazie alla collaborazione con Radio Birikina e Radio Bella e Monella, i ristoranti del CocoRadicchio ospiteranno, ciascuno nella propria serata, un cantante che si esibirà in
una performance live. Gli chef prepareranno, con la consueta fantasia e sensibilità, un menu rigorosamente a base di radicchio, ma ispirato all’arte e alla
personalità degli artisti coinvolti.

Accanto alle rinomate cicorie trevigiane, saranno quindi protagonisti della rassegna grandi successi degli anni Sessanta Settanta Ottanta e gli interpreti che li resero famosi,
così come la musica dei giorni nostri, rappresentata da giovani cantanti che si stanno affermando sulla scena musicale.

Dopo la prima tappa della rassegna, in programma venerdì 6 febbraio al Ristorante Miron di Nervesa della Battaglia, che ospiterà la cantante Neja, famosa interprete di
musica dance e pop, più volte ammirata nel palcoscenico del Festivalbar, CocoRadicchio 2009 proseguirà mercoledì 11 febbraio al Der Katzlmacher di Monaco di Baviera
con la performance degli Armonium, nati artisticamente nel 1975 e per molti anni legati da un rapporto di collaborazione con Pupo, e venerdì 20 febbraio da Barbesin di
Castelfranco Veneto con Giuliano dei Notturni, saliti alla ribalta a fine anni Sessanta con il travolgente successo riscosso da «Il ballo di Simone».

Le serate riprenderanno lunedì 23 febbraio al Terme di Vittorio Veneto che vedrà esibirsi ancora Neja; venerdì 27 al ristorante Alla torre di San Zenone degli
Ezzelini, che ospiterà Marialaura Gabini e Silvia, rispettivamente vincitrice e premio della critica al Festival Show 2008; mercoledì 4 marzo da Gigetto di Miane, abbinato
al giovane Dennis Fantina, divenuto famoso per aver vinto la prima edizione della trasmissione televisiva Amici di Maria De Filippi. La rassegna si concluderà martedì 10
marzo al ristorante Celeste di Venegazzù, che vedrà protagonista la bella Cecilia Gayle, regina della musica latino – americana, in passato al vertice delle classifiche
con i tormentoni: «El pam pam» e «El tipitipitero».

Il costo della serata è di 65 euro a persona.
Info: Carry On, tel. 0438 24007;
info@carryon.it

PROFILO CANTANTI COCORADICCHIO 2009

NEJA

Sin da bambina si scopre innamorata della musica e inizia a cantare jazz e gospel in tanti gruppi diversi. Il suo sogno però si realizzerà grazie alla dance.

Tutto inizia con i singoli «Restless» e «Shock!», due successi indimenticabili ballati nelle discoteche di tutto il mondo. Nel 1999 arriva il singolo «The
game», brano vincitore di «Un disco per l’estate». Nello stesso anno partecipa a tutte le puntate del «Festivalbar» e una lunga tournée la porta
fino in Giappone. «The Game» sarà anche il titolo dell’album di esordio. Neja è autrice dei 10 brani contenuti e per la prima volta strizza l’occhio al genere
pop con i suoni di «Fairytale» e «Mum’s day».

Ma non si tratta di un addio alla dance, anzi, nel gennaio 2000 è proprio una versione remix di «Fairytale» a fare breccia nei circuiti radiofonici europei. In
particolare, in Germania, viene licenziato dalla Universal che produce un video strepitoso!

Nel 2001 è la volta di «Time flies» e «Back 4 the morning». Quest’ultimo entra nelle classifiche dance degli Stati Uniti. Neja raggiunge così gli
USA e si esibisce a New York, Boston e in Texas.

Con il passaggio alla Universal, nel 2002, la tendenza verso la musica pop diventa più marcata. Il singolo «Looking for something» è protagonista in diverse
puntate del Festivalbar e, a fare da apripista all’album «Hot stuff», arriva il singolo omonimo e «To the music».

Nel 2005 esce «Who’s gonna be?», un brano decisamente pop, arricchito da diverse versioni rock, reggae, dance, licenziato anche in Spagna e in Europa orientale.

Nel 2007 invece torna alla dance con il singolo «Catwalk», che esce in prima battuta in Francia.

GLI ARMONIUM

Gli Armonium nascono nel 1975 ed il loro primo successo discografico s’intitola: «Primo Amore». La formazione era: Stavola alla chitarra, Scotti al basso, Zulian alle
tastiere, «Cucco» alla batteria.

La notorietà la raggiungono però, l’anno successivo, con la partecipazione al Festival di Sanremo nella categoria esordienti con il brano: «Stella
Cadente». Sempre nello stesso anno escono con un altro singolo dal titolo: «Wanted», che venderà circa due milioni di copie. Nel 1979 gli Armonium interpretano
una canzone che entrerà nella classifica dei grandi successi mondiali: «Bambina mia». Venderà in tutto il mondo, circa 6.000.000 di copie, grazie anche alla
reinterpretazione di altri grandi artisti internazionali come: Mirelle Mathieu e Raffaella Carrà. Gli Armonium tornano al Festival di Sanremo nel 1980, nella categoria Big, con
il brano intitolato: «Ti desidero».

Da qui comincia la collaborazione con Pupo che, per circa otto anni, farà degli Armonium il suo gruppo. Nel 1995, gli Armonium si separano. Sembrava che avessero concluso la loro
«vita artistica», ma nel 2004, Claudio Scotti , il bassista e leader del gruppo, nel frattempo diventato noto impresario titolare dell’Agenzia Artistica
«Euroshow Italia – Blob Musica», ricostituisce il gruppo per accompagnare i cantanti degli anni Sessanta nello spettacolo itinerante: «Girocantando 2004».

Oltre ad essere la colonna sonora portante del Girocantando, gli Armonium diventano il gruppo ufficiale di Wilma Goich. Esce il CD «Davanti all’orizzonte – Omaggio a Umberto
Bindi» e a novembre 2006 esce il CD intitolato «Opera». La nuova formazione è composta da: Enzo Ferlazzo alla chitarra e voce, Roberto Lazzari al basso e voce,
Fulvio Contrasto alle tastiere e voce e Giuseppe Lazzari alla batteria e voce. Nel 2008 la casa discografica Azzurra Music stipula un contratto discografico con gli Armonium e, i due cd
precedenti vengono inseriti nel proprio catalogo. Sempre nel 2008 esce il cd «ORO BLU» uscito a giugno.

GIULIANO DEI NOTTURNI

Giuliano e i Notturni sono considerati fra i portabandiera della cosiddetta «bubble gum music», vale a dire di quella musica fatta di testi semplici e ripetitivi, ma facile
da ballare e canticchiare, colpa del travolgente successo riscosso da «Il ballo di Simone», cover di «Simon says» della 1910 Fruitgum Co (sul retro del disco
l’altrettanto apprezzata «Oggi sono tanto triste»), cui seguono «La giostra della felicità», «Ragazzina ragazzina» e altre disimpegnate
canzoni.

Del gruppo veneto, di cui oggi è rimasto solo Giuliano, il cantante, si era cominciato a parlare nella metà del «favoloso» periodo. Come altri complessi
dell’epoca, Giuliano e i Notturni, hanno pubblicato un album con un repertorio «riveduto e corretto».

MARIALAURA GABINI

Marialaura Gabini nasce a Catanzaro nel 1983. Inizia a cantare all’età di 6 anni esibendosi in piccole occasioni, per i concerti natalizi, per le feste di piazza.
Contemporaneamente studia danza classica, moderna e spagnola per 9 anni e pianoforte per un anno.

L’amore per la musica è però più grande. Inizia a fare serate di pianobar, lavora nei villaggi e all’età di 12 anni partecipa al suo primo concorso canoro:
«Bravissima 93», vincendo una crociera su una nave ed esibendosi con artisti del mondo dello spettacolo. E non finisce qui. Vincitrice e finalista di numerosi concorsi a
livello regionale e nazionale tra cui i più importanti: «Fantastica ’96» a Chianciano Terme con Maria Teresa Ruta e Amedeo Goria; «A voice for Europe
97/98» – Premio «Mia Martini giovani»; «Festival degli sconosciuti» con Rita Pavone.

Nell’estate 2006 ha partecipato, come cantante, al programma «Parole e Baci» (produzione di Cd-Live) su Rai due. Ha partecipato alla realizzazione di un DVD musicale
con il percussionista napoletano Tony Esposito. Ha inciso il brano «Quando quando» di Tony Renis con la bimba di un medico in famiglia «Annuccia». È stata
protagonista per due puntate nel programma televisivo «Domenica in» su Rai uno e nel programma «Cultura Moderna» su canale5 con Teo Mammuccari. Si esibisce ogni
anno, con il coro e l’orchestra «Tra le righe» al Teatro Politeama di Catanzaro come voce solista.

SILVIA

Silvia è nata a Roma nel 1981. Adora cantare da quando era ancora una bambina.

Ha iniziato il suo percorso artistico facendo pianobar ed animazione nei locali della capitale creando il suo primo «duo». Incoraggiata dalla sua famiglia, ha partecipato a
vari concorsi canori, dove si è sempre piazzata ai primi posti.

DENNIS FANTINA

Nel 1997 inizia la gavetta artistica, partecipando a vari spettacoli, sia come cantante, che come presentatore. La svolta arriva nel settembre 2001 quando Dennis entra a far parte della
classe di «Saranno Famosi». Le sue qualità di cantante e più in generale di intrattenitore, lo portano a vincere il programma. Nell’estate 2002 prende parte al
Tim Tour, manifestazione itinerante che tocca tutta l’Italia, grazie alla quale Dennis può continuare a farsi conoscere e apprezzare dal grande pubblico. Parallelamente viene
scelto, assieme ad altri ragazzi della scuola, come testimonial della campagna pubblicitaria Tim di quell’estate.

Nello stesso anno la Sugar Music di Caterina Caselli produce e pubblica il suo primo album «Dennis» che, trainato dai singoli «Non è il cuore» e
«Hey (tienimi forte)», ottiene un buon successo. Tra gli autori dei brani si segnalano Mango, Elisa e Michele Zarrillo. Nel 2003, dopo una tournée in giro per la
penisola, Dennis viene scelto per interpretare Danny Zucco, il protagonista del musical «Grease», nella nuova edizione firmata dalla Compagnia della Rancia. Nel 2004 Dennis
entra a far parte del team di Radio Italia e Video Italia.

Nel gennaio 2005 l’etichetta discografica Solomusicaitaliana produce il singolo «Non basti tu». In estate viene pubblicato il secondo album «Io credo in te», in
contemporanea col singolo omonimo. L’album, vede anche la collaborazione di artisti come Red Canzian, Simone e Gatto Panceri. «Io credo in te» entra subito in classifica,
conquistando in poco tempo il disco d’oro per le oltre 40.000 copie vendute. Nella primavera del 2006 partecipa allo show televisivo «Notti sul ghiaccio», condotto da Milly
Carlucci e trasmesso su Raiuno.

Nell’aprile 2007, mentre continua l’attività di conduttore su Video Italia, esce il singolo «Come Bambi», che entra direttamente in top ten fino a raggiungere il
sesto posto in classifica. Il singolo precede di qualche settimana l’uscita del terzo album intitolato «Buone sensazioni», edito da MVE Edizioni e prodotto da
Solomusicaitaliana su distribuzione Edel.

CECILIA GAYLE

Nata in Costa Rica, ma italiana d’adozione, Cecilia arriva in Italia sull’onda del fenomeno della musica e dei balli latino-americani, diventando la più affermata e
carismatica interprete del suo genere.

Il grande pubblico la conosce all’inizio del 1998 con «El pam pam», brano e ballo che ha spadroneggiato per un intero anno in ogni radio, discoteca, sala da ballo e
televisione, scelto come «summer hit» da M6 in Francia, da tutti i villaggi mondiali del club med come brano ufficiale per l’estate ’98, e ballato dalle veline a
«Striscia la notizia». L’anno seguente Cecilia si ripropone con «El tipitipitero», un nuovo brano ed ovviamente un nuovo ballo, che ha invaso
l’estate di fine millennio.

Dopo due anni trascorsi esibendosi sui palcoscenici internazionali, una lunga tournée dove ha maturato tante esperienze importanti, cantando e ballando accanto a noti personaggi
del panorama latino–americano, Cecilia Gayle approda in Tv. Nella stagione 2001-2002, infatti, entra a far parte del cast fisso di Domenica In, dove oltre a esibirsi assieme agli
altri personaggi, è protagonista di uno spazio tutto suo, in cui interpreta brani sudamericani, accompagnata da una grande orchestra e da un corpo di ballo. Grazie a questa
esperienza, Cecilia entra nel cuore del grande pubblico anche come personaggio televisivo. Partecipa a programmi importanti, come il «Maurizio Costanzo show», «Buona
Domenica», «Sanremo Estate», «La Vita in diretta».

Del 2003 è «jinga jinga!», un brano che diventa il leit motiv dell’estate, accompagnato da un ritmatissimo ballo. Nel 2008 torna alla ribalta con la nota
canzone «Fiesta», presentato in importanti trasmissioni televisive («Domenica In», «Festa Italiana» e «Mattina in Famiglia»). Apprezzata
per la sua versatilità sensuale, Cecilia vive in Italia ormai da tanti anni e considera questo paese la sua seconda patria. Ama notevolmente la gente e la cucina italiana.

Leggi Anche
Scrivi un commento