Con le crucifere, sistema immunitario più sano

Con le crucifere, sistema immunitario più sano

Broccoli, rape e simili: mangiare crucifere è un sostegno per il buono stato del sistema immunitario.

A mostrarlo, una ricerca del Babraham Institute (Cambridge, Gran Bretagna), diretta da Marc Veldhoen e pubblicata su “Cell”.

Gli studiosi spiegano come le crucifere contengano una molecola che, una volta nell’organismo, va a stimolare i linfociti epiteliali. Tali cellule fanno parte del sistema immunitario ed
agiscono come corpi di primo intervento contro batteri e nella riparazione di ferite.

Per testare l’importanza della molecola in questione, gli scienziati hanno lavorato con topi da laboratorio. Gli animali hanno ricevuto una dieta povera del principio attivo, poi sono stati
analizzati.

In primis, è emerso il calo dei linfociti epiteliali, ridotti anche dell’80% rispetto ai livelli ottimali. I roditori erano anche carenti in l’aryl hydrocarbon receptor, AhR, molecola
situata nella superficie delle cellule ed usata nei meccanismi del sistema immunitario. Di conseguenza, gli animali avevano carenze nella gestione dei microbi dell’intestino, ferite più
lente a rimarginarsi e parete intestinale più vulnerabile alle lesioni.

Per il dottor Veldhoen, i dati confermano l’importanza delle crucifere nella propria dieta, sia per le persone sane che per i soggetti colpiti da infiammazione dell’intestino.

FONTE: Ying Li, Silvia Innocentin, David R. Withers, Natalie A. Roberts, Alec R. Gallagher, Elena F. Grigorieva, Christoph Wilhelm, Marc Veldhoen, “Exogenous Stimuli Maintain
Intraepithelial Lymphocytes via Aryl Hydrocarbon Receptor Activation”,Cell, 13 October 2011, 10.1016/j.cell.2011.09.025

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento