Chianti, riparte il viaggio negli USA

Chianti, riparte il viaggio negli USA

Con la primavera riprende il viaggio del Chianti negli States. Prossime tappe del calendario, il 16 aprile a New York City (Grand Hyatt) ed il 18 aprile a San Francisco (Palace Hotel). In
entrambi i casi, il programma offre un seminario una degustazione per gli esperti (operatori di settore e alla stampa) ed una per il pubblico. Dalle 18.00, gli interessati potranno assaporare
una vasta scelta delle etichette offerte dal consorzio.

Dietro l’iniziativa, la realtà vinicola degli USA. L’Intero continente prova sempre più interesse per il vino, ed i tour promozionali sono particolarmente graditi. Inoltre, le
grandi città (New York in primis) sono i luoghi più caldi.

Per favorire l’incontro, il Chianti esce col vestito nuovo: un nuovo luogo, una nuova campagna, che unisce lo stile della tradizione ad un linguaggio che parla ai giovani.

L’azione del Consorzio è pienamente appoggiata dal Presidente Giovanni Busi. Spiega Busi: “E’ già da qualche anno che, grazie al piano di finanziamento del Ministero delle
Politiche Agricole, il Consorzio sta portando avanti il suo terzo intervento sul mercato statunitense. Quest’appuntamento, peraltro con una più che solida presenza consortile, dove si
prevede un seminario, un workshop e alcuni momenti dedicati alla stampa, è certamente un’ottima occasione per comunicare il “concetto di Chianti” che passa attraverso un immaginario che
il mondo ci invidia: il tanto amato made in Italy dove si parla di toscanità, con i suoi vini e i suoi prodotti tipici. Il “Bel paese”, rappresenta uno dei nostri punti di forza, con
grandi apprezzamenti non solo per il prodotto vino ma per la gastronomia, il turismo e l’arte che in questa regione, la Toscana, sono importantissimi.
Tutti punti di forza che è nostro dovere portare avanti a sostegno e a tutela del nostro territorio: azioni di questo genere certamente possono rafforzare ed aiutare il nostro settore:
in tal senso continueremo ad operare”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento