A Ceregnano, il paese della Felicità, si parla di Marketing territoriale con operatori e stekeolders

A Ceregnano, il paese della Felicità, si parla di Marketing territoriale con operatori e stekeolders

Qui a Ceregnano si scherza, si ride e si mangia bene, ma si lavora con coscienza; con il coinvolgimento dei cittadini, si cerca di risolvere i problemi quotidiani e pensare a costruire un futuro migliore.

TURISMO NEL POLESINE: IL COMUNE DI CEREGNANO PROMUOVE UN EVENTO PER GLI OPERATORI COMMERCIALI ED IMPRENDITORI DEL TERRITORIO

Lunedì 23 febbraio ore 18.30
Ristorante Al Viandante
via E. Caruso n. 568 – Borgo Costato (Ceregnano)

Il Comune di Ceregnano organizza per lunedì 23 febbraio alla ore 18.30 nel Ristorante “Al Viandante” di Borgo Costato,  un incontro dedicato al marketing territoriale. Tour operator, esperti e stekeolders in generale si incontreranno per discutere di strategie sull’importanza di fare sistema e come far crescere il territorio dal punto di vista ricettivo.
Sul tavolo una prima ricognizione sulle iniziative di sviluppo progettate anche grazie ai fondi europei e un’analisi delle iniziative predisposte dai privati al fine di valorizzare le risorse già presenti sul territorio e promuovere progetti realistici.

Interverranno:
Ivan Dall’Ara, Sindaco di Ceregnano;

Stefano Landi, presidente di SL&A, società specializzata a livello nazionale nello sviluppo di turismo – ambiente – imprese ed economie locali;

Vittorio Demetrio Mascherpa, consulente di tecniche di comunicazione e marketing.

Programma del Convegno

TURISMO: A CEREGNANO SI DISCUTE DI STRATEGIE DI MARKETING,  L’IMPORTANZA DI FARE SISTEMA E COSTRUIRE UNA IMMAGINE DEL TERRITORIO
Ceregnano (Rovigo), 23 febbraio 2015 – Un incontro dedicato al marketing territoriale dove Tour operator, esperti e stakeholders in generale si incontrano per discutere di strategie sull’importanza di fare sistema e come far crescere il territorio dal punto di vista ricettivo.

Apre i lavori Ivan Dall’Ara, Sindaco di Ceregnano, convinto che oggi, in questi tempi di crisi, si debba essere consapevoli che la valorizzazione del territorio e delle sue imprese e la competizione non si giocano più tra singoli soggetti ma tra sistemi a base territoriale, capaci di generare oggi competitività del tessuto delle imprese e innovazione e capacità di risposta dinamica».

A discutere sul complesso tema Stefano Landi, presidente di SL&A, società   specializzata a livello nazionale nello sviluppo di turismo, ambiente, imprese ed economie locali e Vittorio Demetrio Mascherpa consulente di tecniche di comunicazione e marketing.

Sul tavolo una prima ricognizione sulle iniziative di sviluppo progettate anche grazie ai fondi europei e un’analisi delle iniziative predisposte dai privati al fine di valorizzare le risorse già presenti sul territorio e promuovere progetti realistici.

L’evento rientra nel Progetto “Ceregnano – Momenti di Felicità tra Storia e Natura” a valere sulla Misura 313 – Incentivazione delle Attività turistiche – Azione 4 – Informazione – attivata a Bando dal GAL ADIGE, è stato finanziato con decreto Avepa  n.303 del 13.11.2013

 

 

               Relazione sugli Itinerari Turistici nel Comune di Ceregnano
Motivazioni – Percorsi: Ciclovia della Felicità; Itinerario Pedonale “Procurative”, “Stellà”, “Due Spade”, “SasseRami”, “CoppoFossetta”; Ippovia Canalbianco  Decalogo del percorso naturalistico  Promozione e facilitazioni alla visitazione  Evento di promozione -Possibili sviluppi  Manifestazioni/eventi attesi.
L’obiettivo che il Comune di Ceregnano, Assessorato alla Felicità si propone con questo progetto, è quello di favorire gli spostamenti legati ad attività di svago, sportive e ricreative all’aria aperta, in modo da soddisfare una mobilità principalmente legata al tempo libero, con un uso prevalentemente sportivo-ricreativo ed al contempo di  fruizione culturale e turistica del territorio.

Tali obiettivi sono la base funz
ionale da cui nasce l’idea del percorso ciclabile e di quelli pedonali, fluviali (in canoa) e a cavallo non solo per la loro localizzazione geografica ma perché presentano aspetti storici, turistici ed ambientali da valorizzare. Realizzare un sistema di percorsi visitabili “senza auto” ma con altri mezzi sul  territorio, significa guardare a una circolazione dolce che rappresenta il primo passo verso una iniziativa concreta di sviluppo sostenibile.  Scopo primario è quello di avvicinare il maggior numero di utenti alla Natura e al Territorio, aumentando la consapevolezza e le conoscenze ecologiche dei cittadini, favorendo nel contempo la conoscenza del paesaggio, spesso “ignorato” e non vissuto. La logica è quella della riduzione dei costi: numerosi tratti dei percorsi infatti riguardano sentieri già esistenti, strade poderali “storiche”, la viabilità rurale minore; un potenziale sistema che esiste da tempo ed ha bisogno unicamente di essere evidenziato e promosso.
La sfida è quella di riuscire a promuovere nelle aree del percorso uno sviluppo sociale, economico, turistico rispettoso della conservazione dei ritmi e dei valori della natura, ma allo stesso tempo capace di favorire il rilancio dei beni ambientali e culturali e delle attività turistiche e agricole compatibili.
Molti degli itinerari previsti nel progetto sono ricavati da strade rurali, arginali e poderali. Ancora oggi infatti nel territorio di Ceregnano esiste una rete di strade  “bianche”, percorse da trattori e macchine agricole; questi tracciati rappresentano un patrimonio ambientale e storico da percorrere a piedi, in bicicletta, a cavallo, in barca o in canoa osservando così da vicino microcosmi naturali.
I Percorsi
La realizzazione di un percorso ciclabile e di vari percorsi pedonabili, fluviali e ippici permette di collegare le vie comunali di Ceregnano con le strade arginali del Canal Bianco, sfruttando le potenzialità offerte dalla viabilità rurale. Tale rete stradale corre nei centri abitati e lungo la campagna toccando i siti di interesse naturalistico, storico  ed architettonico che si trovano in prossimità del corso d’acqua e in mezzo ai campi. Tali percorsi sono stati studiati per interconnettersi con altre piste e circuiti già esistenti.

L’intervento vede il posizionamento
 di una segnaletica turistica che indirizza il cicloturista, l’appassionato di footing e di nordic walking, del cavallo e dell’avventura  sul fiume o il visitatore occasionale lungo tutti i percorsi interconnessi tra loro, informandolo sulle peculiarità storiche e architettonico-naturalistiche dei tratti percorsi.
Le tecniche colturali e i sistemi insediativi delle aree rurali, hanno preservato il valore ambientale dei territori con il mantenimento di piccoli ecosistemi dove si conserva una discreta biodiversità che è possibile vedere lungo gli Argini del Canal Bianco.
Il Canal Bianco rappresenta una via di collegamento ecologico tra le frazioni e le località del Comune di Ceregnano. La rete viaria già esistente ha costituito un’ottima base di partenza per il tracciamento del percorso ciclabile: mediante cartografia del Consorzio di Bonifica si è individuato, in collaborazione con l’Associazione “Ceregnano in Bici”, un itinerario che, partendo da Ceregnano centro (di fianco al Municipio) ) o dal Camper Service  “Belvedere” di Lama Polesine,  ritorna negli stessi punti toccando le varie Frazioni e Località d’interesse con la posizionatura di cartelli redatti secondo la normativa regionale e le prescrizioni del Finanziamento Gal.
Allo stesso modo sono stati individuati gli itinerari pedonabili di diverse misure, percorrenze e difficoltà insieme all’Associazione Nordic Walking e alla Pro Loco che ha dato informazioni anche sulla vegetazione e sull’avifauna esistenti.
Per quanto riguarda i percorsi fluviali essi scorrono sul Canal Bianco e possono essere fruibili in canoa o in Dragon boat o con la Barca della Felicità noleggiabile presso il Camper Service “Belvedere” di Lama Polesine.
L’associazione Ippica ha collaborato per definire le ippostrade munite di idonee aree di sosta per il relax dei cavalieri e dei cavalli.
Itinerario Ciclistico:
La lunghezza complessiva della pista ciclabile (segnata in rosso sulla cartina e sui cartelloni) è di circa 40 chilometri con possibilità di ritorni più brevi e di deviazioni in aree con percorso-vita o di riposo e tranquillità o in altri siti di interesse naturalistico, quali gli affacci sul Canal Bianco. Sulla cartina sono stati evidenziati i tratti di percorrenza segnalando quelli pericolosi e\o di media difficoltà, gli sterrati e gli asfaltati.
CICLOVIA DELLA FELICITA’:
PARTENZA: Ceregnano (Municipio)- via Battisti-Cabina elettrica a dx via Toti-via Liona Villadose-prima del ponte della “Ranpa” girare a sx- passare Adigetto- via  Garibaldi- incrocio via S. Biagio a sx.-P.zza Canale-via Carducci-via C. Battisti-via Trieste fino incrocio- a sx su Strada Provinciale 4-a dx su via Bellini-via Biscaccia-strada argine sx Canal Bianco fino a Palà-attraversamento ponte-a sx Strada Provinciale 32-argine dx Canal Bianco-a sx attraversamento Ponte Lama- via Micca- a dx via Boito-via Don Minzoni-a dx via Mezzana-a dx Strada Prov.le 4 (tratto pericoloso)- via Volta a sx via Don Minzoni- a dx via Rossini-a sx via F.lli Bandiera-a sx Strada Prov.le 31-a dx via Verdi-ARRIVO: Ceregnano (Municipio) = km 40.

Itinerario ciclistico ridotto
:
All’attraversamento del Ponte di Lama il ciclista potrà 
scegliere di accorciare il percorso di 15 km percorrendo la Strada Provinciale 31-via Mascagni- via Verdi-ARRIVO: Ceregnano (Municipio) = km 25.

Sono stati previsti 
5 itinerari pedonabili segnalati in verde sulla cartina e sui cartelloni: 1. ITINERARIO PEDONALE PROCURATIVE 
PARTENZA: Ceregnano
(Municipio)- via Trento- via Samoro- argine sx Canal Bianco- via Cimarosa- via Bellini-attraversamento Strada Prov.le 4- Giardini Pubblici- via XXV Aprile
ARRIVO: Ceregnano (Municipio) = Km 7,00

Questo itinerario è un percorso idoneo alla pratica del Nordic Walking.

2. ITINERARIO PEDONALE “STELLA’ ” 
PARTENZA: Lama Pol. Area
attrezzata Camper Service “El Barachin”– a dx argine sx “Bugnolo”– “carezà” via Boito- via Puccini- via Rossini- a sx passare ponte del Ramo Storto “Branco”– via F.llli Bandiera- Incrocio Strada Prov.le 31- via Verdi- a sx via Mascagni- a dx per via Micca
ARRIVO: Lama Pol. Area attrezzata Camper 
Service “El Barachin”= Km 6,500
Questo itinerario è un percorso idoneo alla pratica del Nordic Walking.
3. ITINERARIO PEDONABILE DUE SPADE
PARTENZA: Lama Pol. Area attrezzata Camper Service “El Barachin”– passare ponte Lama a dx- Strada Prov.le 31- prima del ponte “Savale” a dx– argine sx Collettore Padano- dritti fino incrocio Strada Prov.le 32- a dx Canal Bianco- Ponte Lama
ARRIVO:
Lama Pol. Area attrezzata Camper Service “El Barachin” = km 4,200
4. ITINERARIO PEDONALE SASSE-RAMI 
PARTENZA: Ceregnano (Municipio)- via Battisti- incrocio Ramo Storto a sx in via Monti- Loc. Rami- attraversamento Ramo Storto a dx- Strada arginale sx Ramo Storto- via Battisti
ARRIVO: Ceregnano (Municipio) = Km 4,200 5. 
5. ITINERARIO PEDONALE “COPPOFOSSETTA”
PARTENZA: Ceregnano (Municipio)- Cimitero via G. Verga- a sx del fienile proseguire per Carezà fino al Canale Fossetta- a sx per argine dx Fossetta- incrocio con via Cesare Battisti
ARRIVO: Ceregnano (Municipio) = Km 4,200
I 5 percorsi pedonabili possono essere fatti singolarmente o costituire un unico percorso complessivo per i pedoni più allenati.

         Itinerari Ippici: “Ippovia Canalbianco” segnalata in giallo sulla cartina
Si tratta di un itinerario a scopo turistico che offre la possibilità di passeggiare all’aria  aperta in compagnia del proprio cavallo.
L’Ippovia Canalbianco si snoda lungo l’asta fluviale del terzo fiume del territorio polesano. Il percorso equestre si sviluppa lungo sentieri verdi grazie alla presenza delle sponde boscose del fiume, che ospitano il Bosco della Palà, lembo delle foreste che in passato arricchivano la nostra pianura.
Il percorso proposto ha una lunghezza di circa 10 km, che alternano strade arginali a capezzagne di campagna.

La prima tappa è la fattoria “LA CONTEA” sita a Palà di Ceregnano in Via VittorioVeneto, 479. Si tratta di una struttura privata dotata di paddock e punto di ristoro per cavalli e cavalieri. Su prenotazione è possibile effettuare dei laboratori didattici per bambini.

La seconda tappa è “El Barachin”, 
Area attrezzata di barbecue e tavoli, ampio parcheggio, Camper Service, situato a Lama Polesine sulle rive del Canal Bianco, dotato di bar, ristorante, ampi spazi all’ombra e piccolo zoo.

La terza tappa è l’azienda agricola Bulgarelli che si trova a Pezzoli di Ceregnano, e 
offre ampi spazi verdi e recinti, in un paesaggio di campagna tradizionale. I nomi degli itinerari sono stati scelti rispettando i Toponimi storici locali.
           Decalogo del percorso naturalistico:
1. Costituire un itinerario ciclabile e vari percorsi pedonabili sicuri e facilmente  riconoscibili;
2. Promuovere iniziative volte a diffondere l’interesse per la salvaguardia e la valorizzazione dell’ambiente;
3. Promuovere lo sviluppo rurale attraverso attività di sviluppo sostenibile basate su una rete di percorsi ciclabili, fluviali e pedonabili; 4. Incoraggiare i cittadini ad un maggior contatto con la natura con la realizzazione di percorsi di connessione tra le zone abitate e la campagna;
5. Favorire il senso di appartenenza della popolazione al territorio attraverso la riscoperta, la conservazione ed il recupero dei valori storico  culturali dei luoghi;
6. Dare alla gente la possibilità di muoversi a piedi, in bici, a cavallo, in barca e canoa sul medio-corto raggio, in un ambiente sano, pulito, stimolante, sicuro;
7. Attuazione di una mobilità lenta, creando percorsi ed itinerari verdi accessibili alle diverse categorie di persone (anziani, bambini, turisti “lenti”, sportivi,  competitors ecc);
8. Realizzare percorsi verdi cercando di recuperare il paesaggio, non solo perché si valorizzano le risorse naturali, ma perché si induce la popolazione ad essere responsabile nei confronti dell’ambiente;
9. Preservare la storia, enfatizzando il legame tra la gente e il territorio, mostrando come il territorio si sia costituito attraverso il tempo recuperando il senso dell’identità dei luoghi;
10. I percorsi ciclabili, pedonabili e ippici, sono molto di più che semplici piste, sono dei corridoi ecologici, strade turistiche, itinerari storico  culturali, da diffondere con tutti i mezzi di comunicazione, stampa, radio, incontri dedicati, convegni, escursioni, brochure e quant’altro.
                   Promozione e facilitazioni alla visitazione:
In corrispondenza dei principali accessi ai percorsi dalla viabilità principale e nell’ambito delle aree attrezzate, realizzate a cura del progetto sono installati pannelli informativi che contengono informazioni di facile lettura sui siti e sui percorsi.
In prossimità delle emergenze storico-architettoniche e naturalistiche sono installati pannelli con la descrizione del manufatto/pianta/arbusto/fiore/prodotto/avifauna e i relativi dati storici e scientifici.
          I pannelli informativi contengono le seguenti informazioni per il cicloturista, l’ippoturista e i pedoni:
 Localizzazione delle principali attrattive naturalistiche, storiche ed architettoniche;
 localizzazione delle aree attrezzate e dei punti informativi in prossimità dei siti ad alto valore ricreativo;
 indicazione del tracciato complessivo del percorso e senso di percorrenza consigliato;
 localizzazione dei centri abitati.

In totale sono installati n.15 cartelli cm.40×40; n.2 cartelli cm 150×100 (Municipio e
Camper Service- partenza e arrivo); n.3 cartelli cm.100×80 (avifauna e piante); n.5 frecce turistiche cm. 15×35.
Una cartina sarà a disposizione di chiunque vorrà conoscere gli itinerari e sarà nei due principali punti di Partenza/Arrivo dei vari itinerari. Nella cartina sono stati inoltre segnalati i punti di interesse a cui si può accedere, nonché alcune informazioni utili sui punti di ristorazione, alloggio, ricambi, riparazione auto, moto e bicicletta, nonché i vari noleggi (canoe, bici, cavalli…). Le informazioni riguardano tutto il territorio del comune di Ceregnano, non è stato escluso nessun operatore, rivenditore, ristoratore e/o commerciante.
Il 14 febbraio 2015 gli Itinerari Turistici sono presentati al pubblico, ai cittadini del comune di Ceregnano, agli operatori turistici, agli imprenditori locali e ai giornalisti.
E
vento di promozione presso la Sala Consiliare del Comune di Ceregnano secondo il seguente programma:

Saluto del Sindaco; Pr
olusione dell’Assessore alla Felicità; i Percorsi turistici dal punto di vista storico-geografico e culturale; la luce sul Canal Bianco; la musica. Presentazione del sito Web: qui.ceregnano.eu

Il progetto può prevedere inoltre i seguenti ulteriori sviluppi:

1. la realizzazione di ulteriori aree di sosta e punti informativi lungo il percorso;
2. la realizzazione di strutture per l’osservazione e la didattica naturalistica: sentieri
natura, capanni e torrette per l’osservazione della fauna, “aule verdi” attrezzate per attività di educazione ambientale, pannelli per il riconoscimento di animali e piante presenti nei vari habitat, bacheche con tracce e reperti naturalistici;
3. la realizzazione di strumenti informativi contenenti elementi di didattica ambientale: depliant sulle emergenze naturalistiche, guida del percorso;
4. l’organizzazione e promozione di attività e di manifestazioni ludico- sportive e ricreative (attività in collaborazione con le scuole locali e con le Associazioni presenti sul territorio), allo scopo di promuovere la fruizione ecocompatibile delle strade del Canal Bianco e di divulgare la conoscenza degli interventi realizzati;
5. la promozione di attività ricettive “leggere” e diffuse, quali agriturismo, bed&breakfast, punti di ristoro rurale, a sostegno della fruizione del Canale e del territorio circostante.
6. risistemazione delle fasce di vegetazione riparia con graduale sostituzione delle eventuali essenze alloctone, con specie arboree ed arbustive autoctone ed ecotipi locali, anche con funzione di fasce tampone boscate.
7. Collegamenti con altri percorsi già esistenti nel territorio polesano e regionale.
          Manifestazioni / eventi:
Passeggiate, camminate, gare in bici e a piedi lungo il Canalbianco e i percorsi ciclo-pedonabili
escursioni in barca e canoa Corsi e tornei di pesca Giornate didattiche di educazione ambientale, svolte nelle aree di sosta e presso il
Camper Service “Belvedere”, dove verranno esposte ed evidenziate tematiche  ambientaliste di conoscenza e salvaguardia della flora e della fauna tipica delle sponde dei fiumi. Saranno dati dei temi di approfondimento, svolte ricerche, effettuate fotografie e riprese video e disegni, che potrebbero essere oggetto di mostre didattiche ed espositive che hanno per tema la natura lungo le sponde del Canal Bianco.
Concorsi fotografici a tema.
Giornate a cavallo lungo il fiume. Un week end passato sulle sponde del fiume per un’esperienza didattica e sportiva vissuta a contatto con la natura.
Spettacoli musicali e teatrali, sfilate di moda, presentazioni letterarie organizzate sulla riva del fiume, per animare i pomeriggi e le serate sul lungofiume. Saranno chiamati ad animare gli spettacoli le Associazioni culturali, musicali e teatrali presenti sul territorio.
Cineforum con proiezione di film, cortometraggi e documentari nell’ambito delle  serate sul Canalbianco.
          Risultati/benefici attesi:
 sviluppare le mete turistiche meno note, favorendo percorsi e accessibilità ai target interessati;
 incrementare la quantità e la qualità dei servizi di ospitalità/ristorazione allo scopo di favorire la promozione economica dell’area;  favorire l’integrazione fra il turismo naturalistico di visitazione e la valorizzazione dei prodotti tipici;
 affrontare lo sviluppo turistico in una logica di marketing territoriale e di integrazione delle offerte presenti nel territorio (beni culturali, emergenze ambientali, beni storici, servizi e offerte di ospitalità e ristorazione).

 

Redazione Newsfood.com

 

Foto Copertina: Ivan D’Allara, Sindaco di Ceregnano alla premiazione del concorso fotografico

Leggi Anche
Scrivi un commento