Ccnl alimentaristi: interrotta la trattativa

Ccnl alimentaristi: interrotta la trattativa

Dopo 14 ore di snervante inconcludenza Federalimentare, come non mai in pieno stato confusionale, non ha saputo presentare alla delegazione sindacale una proposta plausibile per concludere il
negoziato.

Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, che avevano lavorato nei giorni scorsi con forte spirito collaborativo per recuperare una unitaria predisposizione verso un possibile e soddisfacente accordo di
tutti, hanno dovuto constatare la totale inattendibilità delle suggestioni partorite da Federalimentare che nel merito e nel metodo ne hanno confermato la totale inaffidabilità.

Federalimentare, dopo aver tentato più volte, nella lunga e snervante giornata di offrire quantità salariali inaccettabili, ha proposto il prolungamento della durata del contratto
in cambio di una offerta salariale finta. Fai-Flai-Uila hanno saputo mantenere durante tutto il tempo del confronto una solida posizione unitaria mai dando alla controparte alcuno spazio ai
reiterati tentativi di dividerle.

Per quanto sopra le Segreterie nazionali unitamente alla delegazione trattante proclamano lo stato di agitazione in tutte le imprese del settore alimentare da attuare attraverso:

  1. l’immediato blocco di tutte le prestazioni straordinarie, delle flessibilità e di nuovi accordi di scorrimento;
  2. 16 ore di sciopero articolato da effettuarsi nel mese di agosto in sede aziendale preferibilmente in ragione di un’ora di astensione dal lavoro per ogni turno.
Leggi Anche
Scrivi un commento