Casa Barone ad Identità Golose 2010 sposa il filo conduttore della sesta edizione, “il Lusso della semplicità”

Casa Barone ad Identità Golose 2010 sposa il filo conduttore della sesta edizione, “il Lusso della semplicità”

Per vedere tutti i video: https://www.newsfood.com/video-blue-sea-land-2017-nicola-fiasconaro-la-cubbaita/
Vedi anche la Web TV:

Casa Barone ad Identità Golose 2010 sposa il filo conduttore della sesta edizione, “il Lusso della semplicità”, presentando a congressisti, giornalisti e visitatori la
tradizionale colazione contadina con il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio, prodotto tipico vesuviano dalle caratteristiche uniche, per il quale l’azienda è anche Presidio Slow Food,
che di recente ha ottenuto dalla Comunità Europea il riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta.

Un pomodorino che si distingue innanzitutto per la caratteristica di conservarsi, dopo la raccolta in luglio, sino a primavera inoltrata, grazie all’antica pratica di intrecciare grappoli di
pomodorini intorno ad uno spago per formare un grande grappolo (il Piennolo) che viene poi appeso in locali aerati, assicurando così la conservazione. Nel corso dei mesi il pomodorino,
pur perdendo il suo turgore, assume un sapore unico e delizioso.

Nell’ambito di Identità Golose, casa Barone proporrà tutti i giorni quella che un tempo rappresentava la colazione dei contadini vesuviani, ovvero il classico Pane e Pomodoro per
far apprezzare le caratteristiche peculiari del suo prodotto di punta.

Presso l’Area Lounge – Martedì 2 febbraio – ore 12,30, invece, proporrà “Assaggi di pasta con il Pomodorino del Piennolo del Vesuvio”: il classico pacchero con pomodorini e
basilico, per esaltare i caratteri distintivi e la eccellente qualità del Pomodorino, e l’abbinamento con prodotti di terra e di mare per evidenziarne la vivacità di gusto e la
grande versatilità in cucina.

L’AZIENDA

Fare agricoltura sul Vesuvio, rispettando e proteggendo la flora spontanea e la ricchezza varietale delle specie coltivate, significa anche rispettare e valorizzare il paesaggio agrario tipico
di questa zona, significa quindi praticare una agricoltura del paesaggio.

Far comprendere ai propri operai e collaboratori che una quercia o una ginestra, un bell’olmo o un pioppo argentato, non rappresentassero un fastidioso impedimento ad una più agevole
coltivazione del fondo, ma un valore paesaggistico che prima o poi si sarebbe tradotto anche in un valore economico, è stata parte, non piccola, del lavoro di questi anni.

Oggi casa Barone è la più grande azienda biologica del Parco Nazionale del Vesuvio. Il principale corpo aziendale, di circa 11 ettari, è ubicato alle pendici del Monte
Somma, il vulcano originario dal quale si è formato, per successive eruzioni, il cono del Vesuvio.

Le coltivazioni si estendono sui terreni attraversati dalle lave dell’eruzione del ’44, dando vita ad un paesaggio emozionante, nel quale i segni della forza distruttiva del vulcano si
compongono nella ordinata bellezza della campagna coltivata.

Nel 2000, quando rileva il fondo ormai abbandonato, Giovanni Marino (titolare di casa Barone) decide di mantenere il vecchio impianto promiscuo, tipico di una agricoltura di auto-sufficienza,
nonostante le difficoltà di gestione agronomica che questa scelta comportava, razionalizzando e ristrutturando il vigneto per quanto possibile e reintroducendo di recente anche la
coltura dell’olivo, abbandonata negli ultimi decenni a favore della coltivazione dell’albicocco e della vite.

Per valorizzare le tante piccole produzioni aziendali, si è quindi percorsa la strada di trasformare parte del prodotto in confetture e marmellate, in liquori aromatici e acquaviti di
frutta, mentre la produzione di vini, anch’essa in quantità limitate, è esclusivamente rivolta alla vinificazione di uve dei vitigni autoctoni vesuviani: la catalanesca, il
caprettone e il piedirosso.

La principale produzione dell’azienda è rappresentata dal Pomodorino del Piennolo del Vesuvio che viene in parte trasformato in conserve, in parte commercializzato fresco a grappoli e,
naturalmente, sotto forma dei caratteristici “piennoli”.

I NOSTRI PRODOTTI

Pomodorini del Piennolo del Vesuvio: freschi a grappolo, a “piennoli”, in conserva.

Ortaggi.

Albicocche e altri tipi di frutta.

Confetture e marmellate: Sorbe, Cotogne, Fichi & Limoni di Sorrento, Albicocche del Vesuvio, Gelse nere, Ciliegie del Monte Somma, Pere Pennate, Arance di Sorrento.

Liquori e Distillati: Nocillo, Limoncello bio, Acquavite di Albicocche, Acquavite di Sorbe, Nocillo Bianco (distillato di Nocillo).

Vini: Catalanesca e Caprettone.

Az. Agricola Casa Barone
Via Panoramica Fellapane
80040 Massa di Somma (NA)
www.casabarone.it
mail: agricola@casabarone.it
Tel. 081 3621048
Fax 081 3621049

Redazione Newsfood.com
info@newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento