Carne, Le Iene denunciano: delfini servito nei ristoranti italiani

Carne, Le Iene denunciano: delfini servito nei ristoranti italiani

Nei ristoranti italiani si serve carne di delfini, andando contro la legge per soddisfare una fetta di clienti, legati al consumo del mammifero marino.

Questo il messaggio di un servizio di Le Iene, condotto dall’inviato Giulio Golia.

Grazie ad alcuni complici, Golia ha esplorato il mercato clandestino della carne di stenella striata, la specie più comune, che si tiene sulle coste del Lazio.

Tutto nasce dai pescatori che, fingendo di sbagliarsi, gettano le reti nelle zone di transito degli animali, che una volta tirati a bordo vengono uccisi a bastonate. Subito dopo, il corpo viene
mutilato: via testa, coda ed altri segni particolari. Il delfino, spacciato come squalo viene, così messo in commercio, sia direttamente ai ristoratori che tramite la mediazione di
grossisti specializzati.

Quando poi i delfini arrivano in tavola, vengono preparati secondo antiche ricette (affumicati, essiccati, ma anche alla catalana ed alla ligure). Nonostante il rischio di sanzioni,
l’operazione rimane redditizia: grazie al buon numero di estimatori, la carne di delfino può toccare i 200 euro al chilo.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento