Carie: la prevenzione passa per l’olio di cocco

Carie: la prevenzione passa per l’olio di cocco

Un nuovo modo per combattere la carie, basato sul cocco. L’olio di cocco agisce infatti da antibiotico, prendendo di mira i batteri causa del disturbo.

Questo il messaggio contenuto di una ricerca dell’Athlone Institute of
Technology
(Irlanda), diretta dal dottor Damien Brady e presentata alla Society for General Microbiology’s Autumn Conference.

Gli scienziati irlandesi si sono concentrati su patogeni pericolosi: alcuni ceppi di Streptococcus ed il lievito Candida albicans. In base ad indagini precedenti, tali batteri sono vulnerabili
agli alimenti parzialmente digeriti, mentre un latte modificato da particolari enzimi rendeva tali elementi meno capaci di attaccare lo smalto. Altrettanto importante, si è notato come i
batteri causa della carne sono spesso legati a disturbi intestinali.

Così, la squadra Athlone ha preso in esame l’olio di cocco tramite test di laboratorio. Le prove hanno mostrato come, per cominciare, l’olio di cocco fosse in grado di proteggere i
denti, anche a dosi limitate. Inoltre, l’olio di cocco difendeva il tratto intestinale, con il batterio incapacitato ad aderire e penetrare nella cellula.

Perciò, il dottor Brady ed i suoi colleghi stanno già pensando ad una linea di prodotti per l’igiene orale basati sull’olio di cocco.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento