Cancro all’utero, un’ecografia per colpirlo in anticipo

Cancro all’utero, un’ecografia per colpirlo in anticipo

Per combattere il cancro all’utero, arriva un’ecografia ad ultrasuoni, in grado di individuare la malattia in anticipo rispetto alla comparsa dei sintomi.

Tale procedura è merito di una ricerca dell’University College (Londra), diretta dal professor Ian Jacobs e pubblicata su “Lancet Oncology”.

Gli esperti hanno preso in esame 96 donne, esaminandole tramite ecografia ad ultrasuoni. L’indagine è risultata efficace nell’80% dei casi, portando alla luce la malattia, prima che
diventassero evidenti i sintomi, tra cui il sanguinamento. Allora, spiegano gli scienziati, una diagnosi precoce vuol dire trattamenti precoci ed, in ultima analisi, maggiori probabilità
di sopravvivenza.

Secondo il professor Jacobs, ” In futuro, le donne più a rischio, come quelle che sono obese, hanno avuto meno figli, o hanno la pressione alta, potrebbero essere raccomandate per lo
screening”. In ogni caso, chiarisce lo studioso, prima di diventare operativo il sistema deve superare controlli più ampi.

FONTE: Prof Ian Jacobs et al., “Sensitivity of transvaginal ultrasound screening for endometrial cancer in postmenopausal women: a case-control study within the UKCTOCS cohort”, The
Lancet Oncology , 13 Dic 2010, doi:10.1016/S1470-2045(10)70268-0

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento