Bruxelles: L’Unione Europea riconosce l’etichettatura facoltativa sulle bottiglie di vino Rosè

Bruxelles: L’Unione Europea riconosce l’etichettatura facoltativa sulle bottiglie di vino Rosè

Bruxelles – Via libera dei 27 stati membri alla proposta della commissaria europea all’agricoltura, Mariann Fischer Boel, di riconoscere la produzione europea di vero vino
rosé, tramite un’etichettatura facoltativa con la dicitura ‘vino rosè tradizionale‘.

Tuttavia, la proposta prevede la possibilità per gli stati membri interessati di introdurre un’etichetta obbligatoria per la loro specifica produzione, ed un’ampia discrezionalità
“per modificare la menzione ‘tradizionale‘ con un’altra valorizzante, o aggiungere altre espressioni valorizzanti”.   

La proposta, per quanto riguarda le miscele di vino da tavola, prevede che la menzione “rosè per miscelazione” può essere utilizzata volontariamente oppure resa obbligatoria,
ma solo per la produzione interna di uno stato membro.   

A favore della proposta, presentata oggi al Comitato di gestione europeo per il settore, si sono pronunciati 26 stati membri; solo la Francia si è astenuta. Ufficialmente si tratta di un
voto indicativo in quanto il documento verrà ora trasmesso all’Ufficio per le barriere tecniche agli scambi dell’Organizzazione mondiale per il commercio, che avrà due mesi di tempo
per esaminare se il documento è in linea con le regole della Wto. La proposta ritornerà quindi al Comitato di gestione per il varo definitivo da parte di Bruxelles.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento