Nutrimento & nutriMENTE

Bonaiuti: «se non fosse tragedia il pasticcio del governo sul welfare sarebbe ridicola farsa»

By Redazione

Roma – «Il governo aveva già fatto un accordo su previdenza e lavoro a fine luglio, di fronte alle pressioni spaventose della sinistra estrema, furono apportati cambiamenti
che passarono anche in Consiglio dei Ministri e qualcuno disse che erano stati fatti sottobanco.

A questo punto la rivolta dei centristi della maggioranza, dei sindacati, soprattutto della Cisl e di Confindustria. Marcia indietro, si torna alla prima stesura. Nonostante questo sabato 20 la
sinistra estrema scenderà in piazza. Se non fossimo ad una tragedia, direi che siamo di fronte ad una vicenda ridicola». Così si è espresso Paolo Bonaiuti, portavoce
del presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, intervenendo ai microfoni di radio Rtl 102.5.

Quanto alla nomina di Veltroni alla guida del Pd, Bonaiuti ha spiegato: «E’ calata dall’alto. Questa sinistra in profonda crisi, non sapendo più che cosa fare di fronte al disastro
del governo Prodi, ha trovato una intesa sul nome di Veltroni come segretario del Pd. Ma nessuno ancora oggi e’ in grado di dire cosa sarà questo partito, una sorta di ufo, di oggetto
misterioso come la canzone di Bennato ‘l’isola che non c’e’, seconda stella a destra questo e’ il cammino e poi dritto fino al mattino’. Che cosa sarà Quali gli ideali, quali i valori’
Non lo sa nessuno. Veltroni e’ un abile politico, non c’e’ il minimo dubbio. Ma sono rimasto stupito quando ho letto nell’ intervista di uno dei suoi mentori, Goffredo Bettini, che il Sindaco
si lamentava per essere stato qualificato come ‘un uomo della Prima Repubblica’. Già negli Anni 80 Veltroni era alla guida dell’ufficio informazione e propaganda del vecchio Pci e
preparava la strategia per l’infiltrazione della sinistra dentro la Rai. E’ un passato tutto politico, tutto partitocratrico, tutto all’interno di quello che fu il Pci, poi la Quercia, il Pds,
i Ds e ora il partito democratico’non e’ certo un uomo nuovo. Alla politica la gente chiede il soddisfacimento di alcune richieste e di alcuni bisogni primari.

Noi purtroppo abbiamo un governo che da quindici mesi non ha fatto nulla, immobilizzato come e’ dalle continue lotte tra centristi riformisti e sinistra estrema. Contemporaneamente il cittadino
normale vede salire il prezzo del pane, che oggi naviga sopra i 3 euro al Kg, i prezzi della pasta, dei generi alimentari, delle verdure. Sono saliti e rincarati moltissimo i prezzi dei
combustibili, da qui l’ aumento dei costi dei trasporti e del riscaldamento, per non parlare dei mutui. I cittadini si trovano di fronte ad una serie di rincari che aumentano quotidianamente il
loro malcontento. L’unica risposta che ha saputo dare il governo e’ stata quella di aumentare di due punti le tasse. E soprattutto la gente, mettendosi le mani in tasca, trova la busta paga
tagliata sia per gli aumenti delle tasse a livello nazionale che per quelli delle imposte regionali e comunali».

Sacconi – «Con il disegno di legge di recepimento del protocollo Prodi sta imbrogliando un po’ tutti. Ma il suo gioco cinico e’ destinato a svelarsi con la traduzione delle deleghe
in norme prescrittive che avverrà entro il mese di novembre al fine di inserirle in finanziaria». Lo ha affermato, in una nota, il senatore di Forza Italia Maurizio Sacconi.
«Ciò vale per le pensioni, in quanto dovrà declinare esattamente i lavori usuranti e le relative previsioni di spesa, dovrà esplicitare la garanzia di un tasso di
sostituzione del 60% che sembra ora ridotta a mera norma manifesto, dovrà spiegare ai pensionati di vecchiaia che gli ha prolungato, attraverso le finestre, l’attività’ lavorativa
di 4 mesi e mezzo per finanziare le pensioni anticipate. Lo stesso vale per il lavoro, in quanto dovrà attuare le deleghe in bianco in materia di borsa del lavoro, di agenzie private, di
contratti di inserimento, di apprendistato. Il redde rationem e’ quindi solo rinviato di poco più di un mese quando le promesse fatte a tutti si scontreranno con la soddisfazione di
pochi o forse di nessuno».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: