Birra, piacere e dipendenza per il cervello maschile

Birra, piacere e dipendenza per il cervello maschile

Quando un uomo beve una birra, il suo cervello prova piacevole. Per quanto gratificante, tale reazione neurochimica può all’essere all’origine di problemi legati alla dipendenza di
alcolici.

E’, in sintesi, il contenuto di una ricerca dell’Indiana University School of Medicine
(sezione Dipartimento di Neurologia), diretta dal dottor David Kareken.

Il team dell’Università ha lavorato 49 volontari, divisi in tre gruppi, che hanno consumato rispettivamente acqua, sport drink e birra. Ogni volontario ha ottenuto la bevanda sotto forma
di spray, 15 ml nell’arco di 15 minuti, quantità pari a quella di una pinta condivisa con 38 persone.

Durante la bevuta, gli scienziati hanno controllato il cervello dei soggetti tramite tomografia ad emissione di positroni, PEC.

L’analisi ha mostrato come anche quantità minime di birra, provocassero l’emissione di dopamina, neurotrasmettitore che provoca sensazioni di piacere e benessere. Inoltre, spiega il
capo-ricercatore, gli effetti erano più evidenti nei soggetti con una storia familiari di alcolismo ed eccesso di bere.

Tuttavia, spiega Kareken, la cosa più importante e che gli effetti della birra si verificassero anche a dosi limitate, segno che la causa non era l’effetto inebriante dell’alcol.
Inoltre, questa sensazione di piacere potrebbe essere la causa per alcuni della difficoltà di dire basta al bere.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento