Biologico made in Italy sempre in crescita

Biologico made in Italy sempre in crescita

Portano tutti il segno “più” i dati sul biologico made in Italy che il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha presentato oggi a Roma. Gli operatori biologici
certificati in Italia sono 49.709. Rispetto ai dati riferiti allo scorso anno si rileva quindi un aumento complessivo del numero di operatori del 3%, recita il comunicato del Ministero. In
aumento anche la superficie coltivata secondo il metodo biologico, che risulta pari a 1.167.362 ettari, con una crescita complessiva, rispetto all’anno precedente, del 6,4%. Con 1.096.000
ettari coltivati biologicamente l’anno scorso l’Italia risultava il secondo paese produttore in Europa.

I dati anticipati oggi sono stati elaborati dal SINAB, il Sistema di Informazione Nazionale dell’Agricoltura Biologica istituito presso il Ministero, e fotografano la situazione del biologico
nel nostro Paese al 31 dicembre 2012. Il quadro completo delle informazioni sul biologico made in Italy anche quest’anno sarà illustrato dal SINAB a SANA 2013, il giorno 7 settembre,
giornata di inaugurazione della 25.a edizione del Salone Internazionale del Biologico e del Naturale organizzato da BolognaFiere, in collaborazione con Federbio, e con il patrocinio di EXPO
2015 di Milano e il supporto di IFOAM.

Anche sul fronte del consumo, riporta il comunicato odierno del Ministero, i dati rilevati dal Panel famiglie Ismea/GFK-Eurisko, nel primo quadrimestre 2013, portano il segno positivo, grazie
ad una spesa bio ancora in espansione con addirittura un 8,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Quest’ultimo dato, in particolare, conferma l’esito dell’indagine sui consumi di alimenti biologici in Italia condotta nel 2012 da Nomisma per l’Osservatorio di Sana (l’indagine che annualmente
ha il compito di fornire informazioni sull’andamento del settore agroalimentare bio in Italia). La ricerca realizzata lo scorso anno aveva infatti evidenziato come, in un contesto generale di
crisi economica, i consumatori di prodotti biologici avessero avuto un atteggiamento in controtendenza: oltre il 90% delle famiglie italiane che acquistano bio aveva dichiarato di avere
mantenuto inalterata o addirittura accresciuto la propria spesa bio negli ultimi 12 mesi, un trend destinato sostanzialmente a confermarsi quest’anno.

Per l’edizione 2013 del Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, l’Osservatorio di SANA, curato anche quest’anno da Nomisma in collaborazione Federbio, presenterà i risultati
di due ricerche condotte su incarico di BolognaFiere: un’indagine diretta sul canale della distribuzione per comprendere caratteristiche degli assortimenti, opportunità e previsioni di
mercato, i requisiti indispensabili per proporre i propri prodotti sugli scaffali dei punti vendita specializzati e della Grande Distribuzione; una seconda indagine sul consumatore italiano per
valutarne l’interesse attuale e potenziale anche per prodotti naturali e biologici non alimentari.

www.sana.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento