Biglietti aerei, siti web nel mirino dell' UE

Centinaia di siti web che vendono biglietti aerei non rispettano le normative comunitarie a tutela dei consumatori, lo afferma un’indagine svolta dalle autorità nazionali con il
coordinamento della Commissione Europea in 15 Stati membri dell’UE e in Norvegia.

Secondo il documento dell’esecutivo UE, su 447 siti esaminati a settembre più del 50 per cento non specificano in modo chiaro le condizioni di vendita e il prezzo finale del biglietto.
In Italia le autorità hanno investigato su undici siti web, di questi nove dovranno fare chiarezza e modificare le condizioni pubblicate.

Grazie al provvedimento comunitario per la tutela dei consumatori, i siti on line dovranno indicare chiaramente i posti disponibili a prezzi scontati e specificare i termini contrattuali
relativi all’acquisto del biglietto. Inoltre tutte le condizioni di vendita dovranno essere scritte nella lingua del consumatore.

L’Unione denuncia anche la cattiva abitudine delle compagnie del settore di non specificare l’assicurazione obbligatoria o il caso in cui i consumatori devono esplicitamente indicare di
rinunciare ad una clausola assicurativa piuttosto che scegliere volontariamente di sottoscriverla.

Leggi Anche
Scrivi un commento