Presentazione nuovo portale Rup di Cremona

Cremona – Centottantamila euro: è la somma che la Pubblica Amministrazione locale, soprattutto i Comuni del territorio, ha risparmiato ogni anno grazie al portale della RUP (Rete
Unitaria Provinciale) la cui nuova versione è stata presentata al Consiglio Provinciale; dal 1999, anno della sua nascita, infatti,la Rup è costata alla Provincia di Cremona
mediamente 50mila euro all’anno, ma il valore dei servizi erogati gratuitamente sarebbe stato, sul mercato, di 230mila euro l’anno.

La prima domanda cui rispondere è la più ovvia: perché cambiare grafica e impostazione del portale?
Per tre ragioni fondamentali, ha spiegato la responsabile Gabriella Anzani: le normative che nel tempo sono state modificate; l’avvio dei servizi del progetto Siscotel; le novità
tecnologiche che consentono l’implementazione di nuovi servizi, come la banda larga. A queste ragioni va aggiunta quella, forse ancor più decisiva, delle nuove esigenze e delle richieste
di maggiori accessibilità e interattività provenienti soprattutto dai Comuni ma anche da imprese e cittadini.

E le novità maggiori del nuovo portale riguardano proprio i cittadini e le imprese, con una serie di servizi che possono essere erogati per via telematica e, ai cittadini, anche
attraverso l’utilizzo della Carta Regionale dei Servizi (CRS): dall’autocertificazione a una serie di richieste e pratiche, dalle più semplici, come l’accesso agli atti, alle più
complesse. E col tempo molti altri servizi potranno essere implementati. Anche la ricerca delle informazioni è migliorata per i cittadini perché i dati immessi sono “etichettati”
sia per canali (per l’identità di chi naviga) che per portali (per omogeneità di contenuti).
Il nuovo portale R.U.P. potenzia inoltre la possibilità di scambio di dati fra i 125 soggetti locali che aderiscono: dai dati demografici a quelli elettorali, dal monitoraggio della
spesa sociale a quello dei mandati ed altri senza uso di carta.
Sotto l’aspetto tecnico, è da sottolineare come sia stato utilizzato solo software libero, in ossequio alla legge sull’open source nella pubblica amministrazione: il 90 per cento del
progetto utilizza software creato appositamente per il portale a cui si aggiunge una percentuale di soluzioni già presenti sul mercato dell’open source.

Il consiglio provinciale ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto.
Il nuovo portale della R.U.P. verrà presentato al Politecnico di Cremona il 22 novembre alle ore 10.00, alla presenza del Presidente della Provincia, on.le Giuseppe Torchio; nel
pomeriggio si svolgerà un dibattito tra gli esperti informatici sull’open source.

Leggi Anche
Scrivi un commento