Bere latte da bambini riduce il rischio cancro al colon da adulti

Bere latte da bambini riduce il rischio cancro al colon da adulti

I bambini e gli adolescenti che consumano quotidianamente latte da adulti si mostrano meno vulnerabili al cancro al colon-retto, con una diminuzione di rischio che arriva al 30% in meno.

Questa l’ipotesi di una ricerca dell’Università di Otago e della Dunedin School of Medicine (sezione Department of Preventive and Social Medicine), diretta dai dottori Brian Cox e da
Mary Jane Sneyd e pubblicata su “American Journal of Epidemiology”.

Gli studiosi hanno preso in esame i dati medici della Nuova Zelanda, notando come gli individui nati nel periodo 1938-1953 fossero caratterizzati da una frequenza del tumore notevolmente
più bassa rispetto ad annate precedenti o successive.

Secondo gli esperti, il fenomeno è stato generato dalla distribuzione di latte gratuita, avvenuta nelle scuole nazionali dal 1937 al 1967. In base alle osservazioni, l’effetto
anti-cancro del latte è massimo per i minori che consumano circa 1.200 bottigliette da 250 ml durante il periodo scolastico, circa un litro al giorno nei mesi di scuola.

A supporto della tesi, la squadra di Cox e Sneyd ricorda come altre indagini abbiano suggerito come il consumo di latte possa rendere meno probabile la comparsa di cancro intestinale. Tuttavia,
la maggior parte di queste hanno lavorato con soggetti adulti, e pochi studi stati effettuati sul consumo di latte e latticini in età pediatrica.

Perciò, conclude Cox, “se confermati, i risultati di questo studio, potrebbero costituire un nuovo modo per ridurre il tasso molto elevato di cancro intestinale in Nuova Zelanda”.

FONTE: Brian Cox and Mary J. Sneyd, “School Milk and Risk of Colorectal Cancer: A National Case-Control Study”, Am. J. Epidemiol. kwq390 first published online January 12, 2011
doi:10.1093/aje/kwq390

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento