Basta junk food sulle TV Disney

Basta junk food sulle TV Disney

Negli USA, la lotta all’obesità infantile coinvolge anche i creatori di Topolino e Paperino.

La Walt Disney Company ha infatti annunciato come le sue reti, la ABC e la suite di canali via cavo, non trasmetteranno più spot di junk food (i famigerati cibi spazzatura) né di
quegli alimenti che non soddisfano le regole-base dell’alimentazione sana. Per ora, il messaggio è circolato in maniera ufficiosa.

Presto, Bon Iger, Chief Executive dell’azienda, lo renderà ufficiale, tramite dichiarazione congiunta con la First Lady Michelle Obama.

Dietro l’azione della Disney, motivi di buona politica, ma anche di reale necessità. Da un lato, la lotta all’obesità è cool negli States, con personaggi come Michelle
Obama e Michael Bloomberg in prima linea contro l’alimentazione sana e contro hamburger, bibite gassate e compagnia.

Dall’altro è una necessità sempre più pressante. Secondo le stime delle sanità pubblica, il 30% dei minori è obeso e sovrappeso. Di conseguenza, aumentano i
casi di adulti malati, di obesità e problemi collegati (come diabete e

Perciò, l’azione della Disney non è certo uno sfizio, ma una (quasi) necessità.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento