“Miss Patata?Potresti essere tu”. Critiche allo spot di Amica Chips

“Miss Patata?Potresti essere tu”. Critiche allo spot di Amica Chips

L’immagine rappresenta una passerella: ci sono i fotografi, il pubblico è in attesa ma manca il protagonista: o meglio, LA protagonista. Questa è infatti la nuova
pubblicità di Amica Chips, in cerca di una testimonial femminile che possa ricoprire il ruolo di “Miss Patata”. A riguardo, lo spot offre un indirizzo mail (www.misspatata.it): le giovani possono candidarsi e partecipare alle selezioni.

Video ed immagini non sono passati inosservati e le critiche arrivano soprattutto delle donne: secondo l’accusa, Amica Chips gioca sul maschilismo più becero e sulle
volgarità legate alla donna valida solo se bella e disponibile.

Non mancano però gli estimatori ed i difensori. Per loro, è una pubblicità divertente, capace di attirare l’interesse con ironia ma senza scadere nel volgare.
Riguardo poi la famigerata “Miss Patata”, il video del sito trasmette allegria, simpatia e voglia di fare, non certo l’idea della donna-bistecca, tutto corpo ma niente personalità.

Comunque sia, Amica Chips non è nuova a pubblicità poco convenzionali. Nel 2006, un suo spot scelse come protagonista Rocco
Siffredi
, sorta di sultano amante delle patatine fritte e circondato da belle donne. Diventato presto un cult, fu però bocciato dal Gran Giurì per la violazione degli
articoli 9 (violenza, volgarità, indecenza) e 10 (convinzioni morali, civili e dignità della persone).

GUARDA la
pubblicità (sito youtube.it)

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento