Bankitalia: «rallenta il PIL»

Il Prodotto interno lordo italiano crescerà dell’1% nel 2008 e dell’1,1% nel 2009. Sono le previsioni della Banca d’Italia, che nel suo Bollettino economico sottolinea che si tratta di
una vera e propria frenata, visto che il governo aveva previsto, nella Finanziaria, un Pil all’1,5% e la stessa Bankitalia a luglio aveva calcolato una crescita intorno all’1,7%.

Un rallentamento che si spiega soprattutto con il caro-petrolio e la crisi dei mutui subprime. Se le previsioni di crescita del Pil sono al ribasso, vanno bene, invece, i conti pubblici
italiani. Secondo il Bollettino, che rivede in meglio le stime del governo, l’indebitamento netto dovrebbe collocarsi intorno al 2,4%, il debito intorno al 105%. Il fabbisogno del settore
statale, inoltre, nel 2007 è sceso al livello più basso dal 2000.

Leggi Anche
Scrivi un commento