Bankitalia: frena la crescita nel 2008 e 2009

I conti pubblici italiani hanno registrato lo scorso anno un «significativo miglioramento dei saldi» rispetto al 2006, questi i dati che emergono nell’ultimo bollettino della Banca
d’Italia, il fabbisogno del settore statale – si legge nel bollettino – «e’ sceso al livello più basso dal 2000» e l’indebitamento netto e il debito «dovrebbero
collocarsi su livelli inferiori alle stime indicate dal Governo a fine settembre.

Ma è doccia fredda sul Pil italiano: crescerà nel 2008 e nel 2009 di «circa l’1%».
La Banca d’Italia spiega che rispetto alle previsioni di via Nazionale di luglio «il quadro di riferimento esterno si e’ deteriorato in misura marcata», dovuto soprattutto a fattori
esterni come il petrolio e la crisi dei mutui che hanno analoghi impatti sugli altri Paesi.

Leggi Anche
Scrivi un commento