Autostrade: per l'Adoc ennesima stangata sui consumatori

Continuano le stangate sui consumatori, da gennaio il pedaggio sulle autostrade sarà più salato del 3,61%, aumento contestato dall’Adoc, “riteniamo ingiusti gli aumenti dei
pedaggi autostradali – commenta Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – soprattutto se ad essi non corrisponderanno maggiori investimenti per la sicurezza stradale e il miglioramento della
qualità del servizio.”

Intanto aumenta il differenziale di costo della benzina rispetto agli altri Paesi dell’Unione Europea.
“Niente è cambiato dall’incontro di agosto tra ministro e petrolieri – continua Pileri – stiamo ancora aspettando che il Governo mantenga la promessa di ridurre le accise e di bloccare
l’Iva. Anche gli impegni presi dai petrolieri sono stati disattesi, evidenziando una mancanza di senso di responsabilità. Il problema benzina è estremamente serio, che va
affrontato con impegni concreti e decisi. Basti pensare che è stato uno dei punti di attrito che hanno portato allo sciopero degli autotrasportatori: le ricadute sui trasporti e, di
conseguenza, sull’intera economia italiana, sono sotto gli occhi di tutti. Ad oggi, per trascorrere un weekend fuori si spenderanno 137,7 euro (il costo di due pieni), l’11,5% in più
rispetto al dicembre passato”.

Leggi Anche
Scrivi un commento