Aumentano per la terza volta in 12 mesi i biglietti dei treni

Scattano i rincari sulle tariffe di treni e autostrade, da gennaio viaggiare sarà più costoso, con aumenti che arrivano a oltre il 15% per chi sale su un Eurostar e oltre il 3%
per chi sceglie l’auto (e senza contare l’andamento dei prezzi dei carburanti).

I rincari delle ferrovie erano già annunciati. Da gennaio sale il prezzo dei biglietti dei treni di «fascia alta», vale a dire alta velocità ed Eurostar. E’
quest’ultima la categoria che interessa il maggior numero di viaggiatori essendo di fatto diminuita l’offerta degli altri tipi di trasferimenti ferroviari interregionali,

L’aumento maggiore in percentuale ( 15,6%) è sulle tratte Roma-Milano e Roma-Venezia: otto euro in più rispetto ai 51 degli attuali biglietti per la seconda classe di un Eurostar.
Si pagheranno otto euro in più anche tra Napoli e Firenze (con un aumento del 15%). Roma-Napoli passa da 33 a 38 euro ( 15,1%). Tra Reggio Calabria e Roma, seconda classe più cara
di sette euro. Gli aumenti per chi sceglie la prima classe vanno dai sei euro del biglietto Roma-Napoli (da 43 a 49 euro) agli undici euro del Roma-Milano (da 74 a 85 euro).

Leggi Anche
Scrivi un commento