Ferrovie, «FCU»: bilancio positivo e trasparente

Perugia, 22 dicembre 07 – Bilancio positivo per la Ferrovia Centrale Umbra che chiude l’anno con un rendiconto in pareggio al netto delle spese, l’avvio della ri-elettrificazione della
rete, l’abolizione dei passaggi a livello non custoditi, la velocizzazione della linea e la riqualificazione e ristrutturazione delle automotrici, lo hanno reso noto stamani a Perugia nel corso
di una conferenza stampa, l’assessore regionale ai trasporti, Giuseppe Mascio, e l’amministratore Unico della «Fcu», Vanio Brozzi.

«Quest’anno e anche il prossimo – ha detto l’assessore Mascio – si possono definire di transizione. In questi mesi sono stati fatti molti lavori e già dal 2008 i cittadini potranno
fruire dei primi risultati. Il fatto che la Ferrovia sia ormai regionale, impone uno scatto di reni per migliorare i servizi e la qualità. Non a caso, sono state avviate sperimentazioni
sulle linee e quest’anno ne avvieremo delle nuove. Un esempio tra tutti – ha detto – il treno che collega il capoluogo a Roma che permetterà di renderci autonomi nei collegamenti con la
Capitale».
Mascio, dopo aver sottolineato «che nell’azienda lavorano 200 dipendenti, ha precisato che l’investimento sulla formazione e la riqualificazione del personale è stato consistente
anche con l’assunzione di giovani capotreno e macchinisti in sostituzione di personale in età di pensionamento. Per il futuro – ha aggiunto – creeremo contatti con gli operatori
turistici che volessero utilizzare i treni per i loro itinerari».

«Si sta proseguendo negli interventi di messa in sicurezza della rete ferroviaria sia per quanto riguarda l’eliminazione degli attraversamenti a raso della rete sia per il migliorando dei
sistemi di protezione dei passaggi a livello in base al Piano d’impresa predisposto da ‘Fcu’ e approvato dalla Giunta Regionale – ha detto Vanio Brozzi – Al momento è in avanzata fase di
esecuzione l’intervento di abolizione di sei passaggi a livello non custoditi in località Villa Pitignano – Ponte Felcino, mentre i progetti predisposti prevedono l’abolizione di 14
passaggi».
Relativamente al miglioramento del sistema di protezione dei Passaggi da mantenere in esercizio è stato attivato ed è in fase di ultimazione l’intervento di installazione di un
impianto di barriere elettriche comandate dal treno in corrispondenza del Passaggio a livello in località Badia San Cassiano ed è in corso l’iter per l’approvazione del progetto
per la meccanizzazione del Passagio (Km. 27 051) di Ponte Valleceppi. Contemporaneamente all’avanzamento dei lavori di abolizione «PL» e di miglioramento dei sistemi di protezione
si potrà elevare, nelle tratte compatibili, la velocità di percorrenza dei treni a 90Km/h e attivare le procedure presso il Ministero dei Trasporti per aumentare la
velocità della linea. Accanto a ciò si stanno portando avanti i lavori di ri-elettrificazione della Ferrovia con i nuovi mezzi di trazione con una messa in esercizio di circa 42
milioni di euro.
Tra le novità introdotte c’è anche la possibilità offerta ai viaggiatori di avere notizie sui treni in tempo reale:»Un’operazione di trasparenza – ha annotato Brozzi
– in linea con i programmi di ‘Fcu’ che punta a migliorare la qualità dei servizi.

Leggi Anche
Scrivi un commento