Aree Mirafiori, Forza Italia: «quando arriveranno le imprese?»

Torino – Tempi lunghi e nessuna certezza per quanto riguarda l’utilizzo delle aree di Mirafiori dismesse da Fiat e acquisite dagli enti locali, è quanto emerge dalla
relazione presentata oggi dalla Giunta regionale alle Commissioni Bilancio e Attività Produttive di palazzo Lascaris, l’informativa era stata ripetutamente richiesta dal Gruppo di Forza
Italia per conoscere l’attuazione della legge 15/2005.

«Allo stato attuale non ci sono garanzie sul tipo di utilizzazione prevista nelle aree di Mirafiori – osservano gli azzurri Caterina Ferrero e Gilberto Pichetto. Le uniche attività
previste, in accordo con il Politecnico, sono iniziative che la Regione aveva già finanziato in passato e collocato in altre aree, che oggi vengono spostate su Mirafiori. Ad esempio, il
corso di ingegneria dell’autoveicolo avrebbe dovuto trovare sede al Lingotto, con specifico finanziamento europeo. Per il resto, pare che continui, a ritmo evidentemente non veloce, la bonifica
del sito, non ancora conclusa. L’assessore Bairati ha parlato di disponibilità all’insediamento di alcune imprese, senza però fornire indicazioni più precise».

E su Campo Volo, l’altra aerea acquisita dagli enti pubblici, si sa ancora meno. Ciò induce Ferrero e Pichetto a fare una proposta ironica: «L’Onu e la Fao hanno dichiarato il 2008
l’anno internazionale della patata. Ecco un esempio di utilizzazione di Campo Volo, dal momento che idee migliori dalla Giunta non sono arrivate!».

Leggi Anche
Scrivi un commento