Approvato a Bruxelles il Programma Operativo dell'Italia per il Fondo Europeo della Pesca

«Abbiamo ora a disposizione uno strumento di grande importanza per progettare il futuro della pesca italiana e di tutta la filiera in termini di tutela degli stock e, allo stesso tempo,
di sostenibilità sociale ed economica».

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali On. Paolo De Castro ha così commentato il via libera, annunciato oggi dalla Commissione Europea, al programma operativo
dell’Italia per l’applicazione del Fondo europeo per la pesca (FEP).
Il programma sarà operativo sino al 2013 ed introduce sostanziali elementi di novità rispetto al precedente strumento di programmazione (SFOP).
«La decisione della Commissione, giunta in una fase di grande difficoltà del settore per il caro gasolio, consentirà di mettere in opera una lunga lista di interventi attesi
dagli operatori. Il nostro programma – ha aggiunto il Ministro – è stato tra i primi ad essere approvati a Bruxelles: ciò dimostra la validità del lavoro svolto e
l’accuratezza dell’impianto scientifico che è stato alla base delle scelte fatte».

«A breve – ha indicato il Ministro – ci incontreremo con le Regioni, con le quali condividiamo il risultato raggiunto, affinché tutte le misure, nel pieno rispetto delle
competenze, possano essere attivate il più rapidamente possibile, in linea con le attese della categoria».
«L’attivazione del FEP – ha concluso il Ministro – va ad aggiungersi ai numerosi interventi inseriti nella legge finanziaria per l’anno in corso a supporto del settore. La decisione presa
oggi a Bruxelles conferma che il costante confronto tra tutte le parti costituisce l’unico strumento veramente efficace per la gestione di un settore difficile qual è quello della
pesca».
Complessivamente il FEP consentirà una spesa di circa 850 milioni di euro, di cui 424 saranno a carico del bilancio.

Leggi Anche
Scrivi un commento