Api, il 30% non ha superato l’inverno

Api, il 30% non ha superato l’inverno

In Europa, la situazione delle api è negativa, col cattivo tempo che ha impedito a circa il 30% di loro di superare l’inverno.

A dirlo, l’Associazione degli apicoltori britannici, BBKA, che ha affidato al “Guardian” le sue preoccupazioni.

Secondo la BBKA, il problema interessa l’intera Europa ma è più evidente in Gran Bretagna, dove la moria d’insetti ha superato quota 50% mentre nel Paese la media è intorno
al 46%. Tuttavia, rimane da valutare la situazione in Galles ed in Scozia: se nel primo caso si prevedono perdite contenute, intorno al 38%, nel secondo si ipotizza una moria del 50%.

Ed i dati diventano ancora più notevoli se confrontati con l’inverno scorso, che aveva visto la morte di solo il 16,2% degli insetti.

Per gli esperti BBKA, la sorte delle api è causata dalla cattivo tempo di fine 2012, aggravato dall’inverno e dalla primavera piovosa 2013. Secondo un portavoce, “L’estate bagnata ha
impedito alle api di trovare cibo, provocando cosi un limitato sviluppo durante l’inverno. Le colonie di api che si trovano in uno stato nutrizionale povero diventano più vulnerabili
alle malattie e ad altri fattori di stress”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento