Aperte le iscrizioni per il «Premio ricerca e innovazione»

Roma – Prende il via la seconda edizione del «Premio ricerca & innovazione», uno strumento del «Programma Università&Impresa» promosso da
Bic Lazio (società regionale per l’avviamento all’impresa) per sostenere la ricerca scientifica, contribuire alla diffusione della cultura dell’innovazione tecnologica e valorizzare il
tessuto imprenditoriale.

Il premio selezionerà i migliori lavori di ricerca sviluppati per applicazioni tecnologiche innovative e per nuovi processi (o prodotti) da utilizzare per la creazione di nuova impresa.
La partecipazione è riservata a: docenti, ricercatori universitari, dottorandi di ricerca, titolari di assegni di ricerca, personale di ricerca delle università pubbliche e
private e dei centri di ricerca pubblici del Lazio.

Coloro che fossero interessati devono partecipare ad un bando (pubblicato sul sito www.biclazio.it), che prevede l’attribuzione di 3 premi per le migliori idee e progetti d’impresa. Ciascun
premio consiste: nell’attribuzione di un assegno di 10.000 euro, nell’erogazione di un pacchetto di servizi personalizzati (assistenza gratuita sul business planning, tutela della
proprietà intellettuale, ricerca di partner, consulenza contrattualistica; assistenza finanziaria, disponibilità di una postazione in un ufficio attrezzato a Roma presso
l’Incubatore ITech di BIC Lazio, un centro di competenza regionale specializzato nel promuovere e sostenere l’imprenditoria innovativa).

I progetti saranno valutati secondo appositi criteri, come ad esempio, il grado di innovatività, la capacità di elaborazione progettuale e le concrete possibilità di
ingresso nel mercato economico di riferimento. La documentazione richiesta dovrà essere inviata in busta chiusa con l’indicazione «Premio ricerca & innovazione» a: BIC
Lazio SpA, via Casilina, 3/T. La busta dovrà pervenire (a mezzo Raccomandata A/R o consegnata a mano) entro e non oltre le 12.00 del 30 settembre 2008 (in caso di spedizione fa fede la
data e l’ora di effettivo ricevimento da parte del destinatario).

Partner dell’iniziativa sono: il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Enea, Esa, Insean, l’Università La Sapienza di Roma, l’Università degli studi di Roma Tor Vergata,
l’Università degli studi di Roma Tre, l’Università degli studi della Tuscia, Università degli studi di Cassino, Consorzio Roma Ricerche.

Leggi Anche
Scrivi un commento