Nutrimento & nutriMENTE

Annunciata la riapertura di «Sa Dom'e farra»

By Redazione

Cagliari, 12 Ottobre 2007 – Con il passaggio della proprietà dalla Regione Sardegna al Comune di Quartu, si profila la prossima riapertura al pubblico di Sa Dom’ e Farra, storica
casa-museo di Quartu Sant’Elena, simbolo identitario della città e il più grande esempio di costruzione in terra cruda d’Europa.

Il via ufficiale alla cessione è stato sancito questa mattina, in un incontro tra l’assessora dei Beni culturali della Regione Sardegna, Maria Antonietta Mongiu, il sindaco Luigi Ruggeri
e l’assessora dei Beni culturali del Comune di Quartu Sant’Elena Anna Paola Loi. Un primo passo dal quale poi si evolverà il progetto di recupero e restauro, finanziato con 800 mila euro
di fondi Cipe dalla Regione Sardegna nello scorso mese di settembre.

“Un passo che rientra nella politica che la Regione ha intrapreso verso il recupero dell’identità”, ha sottolineato l’assessora Mongiu, che ha espresso l’intenzione di sostenere con
particolare attenzione la rinascita di Sa Dom’ e Farra inserendola nella rete più ampia dei sistemi museali della Sardegna e ricordando che Sa Dom’ e Farra testimonia l’esistenza, a
Quartu, di una stratificazione storica ininterrotta, dal neolitico alla contemporaneità.
L’intervento riguarderà la struttura della casa e la catalogazione e valorizzazione dei documenti di cultura materiale in merito ai quali già esiste un inventario curato
dall’Istituto Etnografico regionale. All’opera di restauro si affiancherà un articolato progetto di fruizione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: