A New York i nuovi distretti culturali del Veneto

Venezia, 12 ottobre 2007 – I distretti culturali evoluti possono rappresentare il quadro di riferimento per le politiche del territorio che promuovono le attività culturali come
volano per l’innovazione e l’integrazione sociale, secondo un approccio innovativo in Italia.

E’ una prospettiva che il Veneto sta studiando. Un progetto della Regione in questo senso è stato affidato all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia ed è stato
illustrato in questi giorni a New York dal responsabile scientifico, il prof. Pierluigi Sacco, durante i lavori della Conferenza mondiale 2007 «Social Theory, Politics and the Arts
(STPA)» in corso all’Helen and Martin Kimmel Center for University Life. Quello del distretto culturale è un modello del tutto nuovo, che esce dalla logica della specializzazione
monofiliera per sviluppare l’integrazione creativa di molte filiere differenti e in cui la cultura non ha solo valore in quanto crea profitti ma perché aiuta la società a
orientarsi verso nuovi modelli di uso del tempo e delle risorse. La cultura diventa quindi la materia prima di un «nuovo rinascimento», anche sul piano imprenditoriale.

Il lavoro, coordinato dal prof. Sacco e seguito per la Regione dalla dirigente Clara Peranetti, si sta svolgendo in due fasi: la prima ha definito un modello di riferimento per la realtà
veneta, suddividendo il territorio regionale in sub sistemi territoriali caratterizzati da elementi socio-culturali propri e da specializzazioni distinte in termini di offerta culturale. Nella
fase di studio successiva saranno individuate le possibili strategie di sviluppo generali, di breve , medio e lungo periodo, sia a livello regionale che di singolo distretto culturale, con
l’indicazione di modelli organizzativi funzionali allo sviluppo integrato del territorio e l’individuazione dei soggetti da coinvolgere. Di questo progetto e di altre idee e proposte per la
cultura nel Veneto si parlerà anche martedì prossimo a Venezia, alla Scuola Grande di S. Giovanni Evangelista, nel corso di una giornata di incontro con gli operatori culturali
del Veneto, a cui interverrà il presidente della Regione Giancarlo Galan. Tra i temi che saranno approfonditi ci saranno le ulteriori opportunità di utilizzo dei fondi comunitari
per la cultura.

Leggi Anche
Scrivi un commento