Anche Monza e la Brianza avranno la loro ALER

Milano – Anche Monza avrà la sua Aler (Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale), lo prevede la legge approvata oggi dal Consiglio regionale della Lombardia, che ha recepito
la proposta della Giunta regionale, su indicazione del presidente Roberto Formigoni e dell’assessore alla Casa e Opere Pubbliche, Mario Scotti.

La costituzione della Provincia di Monza e della Brianza pone, infatti, alle Istituzioni l’esigenza di allineare l’attività di gestione e sviluppo del patrimonio di edilizia residenziale
pubblica (Erp) alla nuova definizione amministrativa del territorio lombardo.
«Monza – spiega l’assessore Scotti – è la terza città della Lombardia, dopo Milano e Brescia, e la Brianza che vi è connessa costituisce una realtà sociale ed
economica omogenea e forte, con sue peculiari caratteristiche e con una spiccata attitudine all’autogoverno delle funzioni amministrative».
«L’appoggio alle istanze di questo territorio e le proposte che come governo regionale avanziamo – prosegue l’assessore – rappresentano per noi un’applicazione della sussidiarietà
verticale. E’ questo il modo migliore per rispondere a ciò che ci chiedono i nostri cittadini e, in questo caso, a un bisogno assai diffuso di case a costi accessibili per le categorie
più svantaggiate».
«La formalizzazione della nuova Provincia – aggiunge Scotti – non può non avere ripercussioni anche nel campo dell’edilizia, uno dei settori cui il welfare lombardo guarda con
maggior attenzione, dedicando sforzi e finanziamenti soprattutto alle categorie socialmente più deboli. L’istituzione dell’Aler è quindi una delle risposte concrete che abbiamo
scelto di dare a una domanda che viene dal basso e che non può essere trascurata».

La legge prevede che:
– entro sessanta giorni dall’entrata in vigore, la Giunta regionale nomini un commissario che assuma le determinazioni necessarie per la partecipazione dell’Aler di Monza e Brianza ai programmi
Erp, adotti il rendiconto della gestione commissariale e ogni altro atto di ordinaria amministrazione.
– sino all’approvazione da parte del Consiglio regionale dello statuto l’Aler di Monza e Brianza applica lo statuto e i regolamenti vigenti nell’Aler di Milano.
– per l’espletamento delle funzioni ad esso conferite, il commissario si avvale del personale dell’Aler di Milano operante presso gli uffici decentrati nella Provincia di Monza e Brianza,
nonché di personale dell’Aler di Milano nei casi di motivata necessità.
– il commissario, fino alla nomina del consiglio di amministrazione, provveda a predisporre gli atti necessari per partecipare ai programmi di Erp e regolare i rapporti fra Milano e Monza circa
l’attuazione di programmi già finanziati e altre attività di gestione;
– il consiglio di amministrazione sia nominato su iniziativa del presidente del Consiglio regionale in contemporanea al rinnovo dei Cda di tutte le Aler. Fino ad allora, si applicano statuto e
regolamento dell’Aler di Milano, mentre la pianta organica sarà approvata dal consiglio di amministrazione entro 12 mesi dalla nomina. (Ln)

Leggi Anche
Scrivi un commento