Edilizia residenziale pubblica: dallo Stato 47 milioni di euro per il Piemonte

Torino – Oltre 47 milioni e 318 mila euro sono la somma, proveniente dell’extragettito fiscale dello Stato, destinata al Piemonte in base alla ripartizione fra le Regioni, che
servirà a finanziare un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica, diretto a garantire il passaggio da casa a casa delle categorie sociali deboli e ad ampliare l’offerta
di alloggi in locazione a canone sociale.

Il programma straordinario, che a livello nazionale è pari a 550 milioni di euro per il 2007, è previsto all’articolo 21 di un apposito decreto legge (d.l. 159 del 1° ottobre)
dal titolo “Interventi urgenti in materia economico finanziaria per lo sviluppo e l’equità sociale”. Tali fondi dovranno essere impegnati sul bilancio dello Stato entro l’anno in corso,
pena la perdita delle risorse.

“In attuazione del decreto legge – spiega l’assessore all’edilizia Sergio Contila Giunta regionale, nella seduta del 23 ottobre, ha approvato l’ordine di priorità
degli interventi da ammettere a finanziamento.
Inoltre ha stabilito la ripartizione delle risorse fra le varie province in base al fabbisogno che è stato rilevato”.

Gli interventi presentati dai comuni e dalle Agenzie territoriali per la casa (Atc) riguardano il recupero e l’adattamento funzionale di alloggi di proprietà non occupati per carenza di
manutenzione, l’acquisto di alloggi immediatamente assegnabili, la locazione, il recupero e la nuova costruzione.

“Complessivamente – conclude Contile risorse disponibili per la Regione consentiranno di incrementare l’offerta di alloggi in affitto in edilizia sovvenzionata di circa 1600
unità”.

Leggi Anche
Scrivi un commento