Alitalia: possibile partecipare a procedura concorsuale

 

Il commissario straordinario Prof. Avv. Augusto Fantozzi, con “Avviso ai creditori e agli altri interessati del gruppo Alitalia”, ha comunicato ai creditori ed a tutti i
titolari di diritti reali e personali su beni mobili ed immobili di proprietà o in possesso delle società che è possibile partecipare alla procedura concorsuale
depositando la domanda di insinuazione al passivo entro i termini indicati.

“In considerazione dei tempi molto stretti, e decisamente anomali, comunicati dal Tribunale per l’insinuazione, l’Adoc raccomanda agli interessati di insinuarsi
comunque direttamente al passivo, secondo le procedure previste – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – l’Associazione rimarrà sempre disponibile
per assistenza tecnica e legale. Per dare maggiore incisività all’azione sarebbe utile far pervenire una copia della stessa ai seguenti recapiti (info@adoc.org o Fax n.06/86329611). Consigliamo di procedere secondo queste modalità: contattare dei legali, o utilizzare i modelli predisposti e
reperibili sul sito dell’Amministrazione straordinaria dell’Alitalia, con l’accortezza di utilizzare il modulo con la denominazione della società debitrice.
Inoltre, specificare molto dettagliatamente le ragioni di credito per cui si procede e allegare tutta la relativa documentazione. (Es. chi detiene obbligazioni dovrà indicare il
codice ISIN, la descrizione del titolo, l’organo emittente, il valore nominale della obbligazione stessa e la documentazione di acquisto “contratto di
negoziazione” e “foglio fissato bollato”ect..) “

L’Adoc ritiene che siano crediti anche i biglietti di viaggio acquistati, nonché i punti acquisiti aderendo all’operazione “club MilleMiglia” e non
ancora utilizzati. L’Associazione stima in oltre 1,5 miliardi il valore in euro dei tali punti.

“Invitiamo tutti gli iscritti al club Millemiglia, che stimiamo in circa 3 milioni, a quantificare il credito dei punti in euro ed insinuarsi per l’importo determinato
– continua Pileri – al momento, infatti, non è noto se la nuova compagnia potrà garantire la validità dei biglietti precedentemente acquistati, così
come i punti raccolti e al momento ancora non utilizzati. Inoltre, proprio per la massima tutela dei piccoli risparmiatori, la legge prevede indennizzi ricorrendo al fondo stanziato
dalla finanziaria 2006 per far fronte alle frodi finanziarie con i fondi dei conti dormienti. L’Adoc sta valutando con i propri legali le ulteriori azioni per tutelare al meglio i
risparmiatori, compresa la legittimità giuridica di tutta l’operazione di salvataggio Alitalia, con particolare riferimento alle questioni della tutela dei possessori delle
azioni della vecchia Alitalia che al momento sono prive di valore.”

Leggi Anche
Scrivi un commento