Alitalia: lungo colloquio tra Scajola e il Commissario Fantozzi

Il Ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, ha avuto ieri un lungo colloquio con il Commissario di Alitalia, Augusto Fantozzi, per fare il punto, come prevede la procedura di
amministrazione straordinaria, sugli impegni dei prossimi giorni, cruciali per il futuro della Compagnia. Scajola e Fantozzi hanno valutato i rapporti con l’Enac, che in mancanza
di prospettive potrebbe sospendere la licenza; hanno esaminato l’estremo tentativo di sollecitare l’interesse di altri potenziali acquirenti, dopo i diversi e infruttuosi
contatti delle settimane scorse con le principali compagnie europee; hanno valutato lo stato dei rapporti con la cordata di imprenditori privati Cai e con i sindacati.

Alla luce della situazione emersa dalla consultazione con il Commissario Fantozzi, il Ministro Scajola ha dichiarato: “Siamo veramente alle ultime battute. In carenza di
prospettive certe per Alitalia, sulla base delle normative europee l’ Enac potrebbe essere costretta a sospendere la licenza costringendo la compagnia a bloccare gli aerei sin
dalla prossima settimana. E d’altronde anche il Commissario ha ormai risorse finanziarie limitatissime, e senza un progetto di soluzione credibile non può attivarne di
nuove, perché deve tutelare il residuo patrimonio aziendale per soddisfare i creditori. Rivolgo un ultimo appello a tutte la parti perché ciascuno si assuma fino in fondo
le proprie responsabilità, nell’ottica di garantire la sopravvivenza di un importantissimo patrimonio nazionale, di assicurare la continuità del servizio di
trasporto aereo nel nostro Paese e di preservare oltre 12 mila posti di lavoro. Il Governo ha fatto e continuerà anche nei prossimi giorni a fare tutto il possibile per garantire
la vita di Alitalia. Ora anche gli altri soggetti debbono fare la propria parte”.

Leggi Anche
Scrivi un commento