Alimentazione sana ed esercizio fisico contro il DNA “cattivo”

Alimentazione sana ed esercizio fisico contro il DNA “cattivo”

Alcuni geni possono essere difettosi, diventando così una sorta di trampolino di lancio per determinate malattie.

Ma la comparsa di tali disturbi non deve essere presa come una condanna irrevocabile: un corretto stile di vita, basato su giusta alimentazione e sport.

Ad affermarlo, uno studio del Robarts Research Institute in Ontario (sezione Cardiovascular Genetics Laboratory) diretto dal dottor Robert Hegele e presentato al Canadian Cardiovascular
Congress di Edmonton (Canada) in corso dal 24 al 28 ottobre 2009.

La squadra del dottor Hegele spiega come i primi passi per combattere le malattie genetiche sono semplici e noti da tempo: ridurre (od evitare) fumo ed alcol, fare movimento, mangiare in
maniera equilibrata.

Detto questo, i ricercatori fanno notare come sulla bilancia vadano inseriti fattori come reddito, educazione ed ambiente, tra di loro collegati e di difficile previsioni.
La scienza sta comunque facendo progressi ed, in ogni caso, l’importante è agire. “I test genetici forniscono sempre più informazioni preziose, medici e pazienti stessi hanno
già gli strumenti per agire. Le risposte per la maggior parte delle persone sono ancora semplici” ricorda il dottor Hegele.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento