Agricoltura, metti il mais nero a tavola

Agricoltura, metti il mais nero a tavola

Nell’Italia della crisi, agricoltura e tradizioni per ripartire.

Carlo Maria Recchia è uno studente di 20 anni: istituto agrario prima, facoltà di agraria poi.

Ma è anche il titolare della CMR Mais corvino, piccola azienda agricola di Formigara (Cremona) specializzata nella coltivazione di mais nero.

Agricoltura quindi, ma agricoltura moderna. Carlo ha scelto il mais nero, amato dai popoli sudamericani in quanto ricco di antiossidanti e da secoli presente sul territorio italiano. Come spiega lui stesso, “Mi interessava ripristinare una biodiversità vegetale nel mio piccolo territorio”.

Il giovane coltiva le piante nel suo terreno in affitto, poi raccoglie le pannocchie e macina i chicchi a pietra, conservandone così gusto e proprietà. La farina viene impiegata per polenta, pane e biscotti e (grazie alla collaborazione con un’azienda di Pavia) per gallette di riso e mais; se invece si ottiene succo, ecco il nettare di mais.

Agricoltura moderna, che passa per i social network. La CMR Mais corvino si fa conoscere tramite Facebook e Twitter: sono “Arrivati diversì contatti”, sopratutto negozi bio, ristoranti di fascia medio-alta e anche qualche ristoratore straniero.

Ma anche agricoltura di una volta, sudore ed impegno: “Più o meno quattro ore al giorno d’estate. Ma da settembre, quando inizia la raccolta, fino a novembre lavoro a tempo pieno tra farlo seccare, macinarlo e appiccicare le etichette”, senza contributi od aiuti statale. Il tutto senza tralasciare l’impegno all’Università.

In ogni caso, l’impresa va bene: il mais nero di Formigaro vende, la superficie coltivata è triplicata, Carlo è pronto a lanciare sul mercato la birra al mais. E l’agricoltore ottiene importanti riconoscimenti: ultimo, l’Oscar Green 2014 di Coldiretti per la categoria “Ideando” di regione Lombardia, vinto qualche settimana fa

Altrettanto chiaro il percorso da fare: prepararsi al concorso nazionale, continuare il supporto a Coldiretti,“L’unica associazione che si oppone agli OGM in Italia”

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento