ADeMaThè Italia: Il tè prodotto in Giappone, e ora in commercio in Italia, non è contaminato dalle radiazioni

ADeMaThè Italia: Il tè prodotto in Giappone, e ora in commercio in Italia, non è contaminato dalle radiazioni

Marco Bertona, presidente dell’Associazione Italiana Degustatori e Maestri di Thè, rassicura: tutto il tè verde giapponese attualmente in commercio, è sicuro e non
contaminato dalle radiazioni fuoriuscite dalle centrali nucleari di Fukushima.

“Tutto il tè verde proveniente dal Giappone ed attualmente in commercio in Italia, come del resto in tutto il mondo”, dichiara il professor Bertona, “proviene dai raccolti degli anni
passati. Il tè più fresco attualmente in commercio, risale al raccolto dello scorso anno: il 2010”.

Ci sono notizie in merito ai raccolti di quest’anno?

“La raccolta del tè in Giappone, come in altri Paesi asiatici, è stagionale, e i raccolti iniziano nei mesi primaverili. Pertanto, il tè eventualmente raccolto in questo
periodo, visti i tempi lunghi di approvvigionamento, sarebbe disponibile alla grande distribuzione solo dopo il periodo estivo”.

“In ogni caso” prosegue Bertona “è ancora presto per fare previsioni suoi nuovi raccolti. Siamo in stretto contatto con le autorità e le associazioni di categoria dei produttori
giapponesi di tè, che ci aggiornano quotidianamente sulla situazione sanitaria. Vi terremo informati non appena avremo notizie importanti al riguardo”.

Per cui, possiamo stare assolutamente tranquilli: tutto il tè prodotto in Giappone ed attulamente in commercio in Italia (ed in Europa), non può assolutamente essere contaminato
dalle radiazioni fuoriuscite dal disastro nucleare che ha colpito il Giappone in queste settimane.

Per ulteriori informazioni, non esitate a contattare la segreteria dell’Associazione Italiana Degustatori e Maestri di Thè.

ADeMaThè Italia
Tel. 0321.688.263
info@MaestriDelThe.it
www.MaestriDelThe.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento