Aborto, Formigoni: «nella Sinistra persiste l'ideologia»

«Una nota caratterizza pressoché tutti i commenti provenienti dalla sinistra e dal centro sinistra: l’imbarazzo, un profondo, terribile imbarazzo, frutto di una persistente visione
ideologica – e quindi falsata – della realtà» è quanto sottolinea il presidente Roberto Formigoni circa talune reazioni all’iniziativa di ieri della Regione Lombardia che ha
stabilito la soglia di 22 settimane e 3 giorni per l’aborto terapeutico.

«Per la sinistra, tutta la sinistra – spiega Formigoni – la legge 194 rappresenta la perfezione in terra e quindi non può essere nemmeno sfiorata da lontano dalla sola idea di un
franco dibattito. Quanto più i commentatori che sono intervenuti si collocano a sinistra, tanto più tendono a caricaturizzare il provvedimento. E quando proprio sono costretti a
riconoscere che si tratta di qualcosa di scientificamente fondato, salvano il provvedimento ma criticano duramente chi l’ha proposto, ovvero il sottoscritto, perché essendomi schierato a
favore della moratoria dell’aborto la mia intenzione sarebbe comunque negativa».

«Insomma – prosegue Formigoni – un vero e proprio processo alle intenzioni. Sono invece molto soddisfatto dalle numerose attestazioni che mi sono arrivate da esponenti della
comunità scientifica e medica di tutta Italia, giunte senza clamori e grancasse, talvolta in forma privata, così come sono ancor più convinto che quanto realizzato da
Regione Lombardia in unità con i propri medici costringerà tutte le Regioni e lo Stato stesso a interrogarsi e a muoversi nella stessa nostra direzione».

Leggi Anche
Scrivi un commento