A Terni la bicicletta è condivisa

La Giunta Comunale di Terni finanzierà con 110mila euro il progetto «bike sharing» (bicicletta condivisa), il Ministero dell’Ambiente ha contribuito all’iniziativa con un
finanziamento di 76.000 euro.

In sostanza, nei pressi dei parcheggi di scambio posti al perimetro della città saranno disponibili biciclette che i cittadini utilizzeranno al posto delle auto per raggiungere il centro
del Comune, in modo da ridurre sensibilmente l’impatto ambientale del traffico urbano. L’intervento strutturale rappresenta inoltre una soluzione vantaggiosa per la riduzione del tempo
impiegato e per la facilità di parcheggio delle bici.

I parcheggi della città umbra dotati di postazioni di bike sharing saranno tre: Videocentro-Stazione, Prati-Stadio e Vocabolo-Staino.

Anche a Torino il Consiglio Comunale ha approvato con una delibera il progetto «Bike Sharing«: si tratta della messa a disposizione dei cittadini di una serie di biciclette di
proprietà comunale, che i torinesi (previa sottoscrizione di apposito abbonamento) possono utilizzare durante il giorno con il vincolo di consegnarle alla fine dell’utilizzo presso uno
dei vari punti di raccolta.

Leggi Anche
Scrivi un commento