A Terni Agripolis la CIA propone i temi della sostenibilità ambientale

La polis era per i greci il centro decisionale della società, intorno al quale pulsava il mondo produttivo della campagna e dei commerci, l’ager era per i romani il suolo agricolo che
forniva un insostituibile sostegno ad una delle più formidabili civiltà mai comparse sulla faccia della terra.

Agripolis (Agricultural Policy Information & Society) vuole rappresentare, anche nel titolo, quel ponte tra mondo rurale e società, che la riforma della Politica agricola comune ha
inteso costruire nel valorizzare la pluralità di prodotti, tradizioni, paesaggi, culture di quelle campagne europee che costituiscono oltre l’85 per cento della superficie totale
dell’Unione.

La Commissione europea, Direzione generale agricoltura e sviluppo rurale, ha selezionato il progetto promosso dal Centro di istruzione professionale agricola e assistenza tecnica della
Confederazione italiana agricoltori dell’Umbria, fra i pochi progetti europei annuali finanziati nel quadro del regolamento 814/2000, azioni di informazione riguardanti la politica agricola
comune.

Terni ospita giovedì prossimo 15 novembre la seconda conferenza, dopo quella inaugurale del 14 settembre scorso a Città di Castello, sul tema “Pagamento unico e
condizionalità: problematiche ed opportunità per affermare cultura d’impresa e sostenibilità”.

A parlarne, dopo l’introduzione di Franco Agostini, segretario dell’area ternana della Cia, saranno Stefania Petrillo, in rappresentanza dell’assessorato all’Agricoltura e Foreste della Regione
dell’Umbria, Paolo Stranieri, tecnico agronomo dell’Azienda regionale per la Protezione ambientale dell’Umbria, Antonio Boggia, docente dell’Università di Perugia, Dipartimento di
Scienze economiche estimative ed alimentari della stessa facoltà, Louis Montagnoli, dirigente della Comunità montana Associazione dei comuni Trasimeno-Medio Tevere, con le
conclusioni di Antonio Sposicchi, presidente della Cia dell’Umbria.

Ai lavori porterà il saluto il vicesindaco del Comune di Terni Felciano Polli.

I temi del pagamento unico riservato alle imprese agricole dalla nuova Politica agricola comune, con i relativi riscontri di condizionalità del premio rispetto all’esercizio di buone
pratiche eco-sostenibili, i regimi di disaccoppiamento parziale o totale dei sostegni riguardanti le diverse tipologie colturali, i mercati globali come sfondo degli scenari futuri e la
specificità dei prodotti e della biodiversità da difendere nei Paesi europei: questi ed altri argomenti si intrecceranno in un dibattito di vitale importanza per le scelte
dell’agricoltura e dell’economia umbra in genere, con lo sguardo rivolto alle grandi opportunità delle energie rinnovabili, biomasse, solare, eolica.

I successivi appuntamenti previsti dal progetto, con tavole rotonde a cui interverranno esperti italiani ed europei ed i cui risultati verranno divulgati con pubblicazioni e filmati, attraverso
i giornali locali, la stampa specializzata, i media televisivi ed un sito web dedicato, saranno:

-“Qualità dei prodotti e marchi europei per una maggiore tutela dei consumatori, un’identità del territorio ed una valorizzazione delle produzioni”, che avrà luogo a
Castiglione del Lago il 25 gennaio 2008;

-“Tracciabilità, sicurezza, tradizione alimentare: l’Europa di fronte ai mercati ed alle istituzioni internazionali”, che sarà organizzato a Gubbio ad aprile 2008.

La conferenza finale, dal titolo “Ruralità e società civile: un confronto aperto” punterà ad offrire uno scenario di sintesi dei diversi ruoli che l’agricoltura e lo
sviluppo rurale possono assumere nel presente e nel futuro della società europea e si articolerà in tre tavole rotonde con la partecipazione di esperti italiani, spagnoli, danesi
ed olandesi.

Per la conferenza finale del maggio 2008 sono previste le conclusioni del presidente della Cia nazionale Giuseppe Politi, del ministro delle Politiche agricole , alimentari e forestali Paolo De
Castro e di un rappresentante della Commissione europea DG Agricoltura e Sviluppo rurale.

Leggi Anche
Scrivi un commento