2400 metri d’altitudine. Ecco il rosso cinese di Moet Hennessy

2400 metri d’altitudine. Ecco il rosso cinese di Moet Hennessy

Un vino che punta in alto, in tutti i sensi. Moet Hennessy, colosso francese dello champagne e del cognac, si sposta in Cina. In collaborazione con la locale società Vats, i transalpini
impianteranno vigne ed impianti di produzione in una zona di 30 ettari sulle montagne dello Yunan: 2400 metri d’altitudine, vicino al Tibet. Da lì nascerà un vino rosso, destinato
al mercato locale ed in commercio tra 4-5 anni.

Secondo gli esperti francesi, l’azione di Moet è stata ispirata da quella dei Domaines Barons de Rothschild: da anni, i loro esperti sono presenti nel territorio e sono diventati i
fornitori dell’alta borghesia cinese, con le bottiglie di Lafite.

Altri tirano in ballo la tradizione locale: da 200 anni, lo Yunan è terra di vino, con i coloni francesi ispirati dalla tradizione dei frati, che portarono della madrepatria barbatelle
selezionate.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento