11 maggio a Marsala: sbarca “Siciliamo” riprendono i lavori del monumento ai mille

11 maggio a Marsala: sbarca “Siciliamo” riprendono i lavori del monumento ai mille

A bordo del caicco, Pino Pace – presidente della Camera di Commercio di Trapani, Ente promotore dell’evento – e un nutrito gruppo di giornalisti: tutti in “camicia rossa”, a simboleggiare i
“Mille” che qui giunsero l’11 maggio 1860.
A salutare i garibaldini, tantissimi alunni con il tricolore, il sindaco di Marsala Renzo Carini e il deputato nazionale Ignazio Abrignani, nonché parlamentari regionali ed ex deputati,
consiglieri provinciali e comunali. Subito dopo, un corteo si è mosso verso l’area in cui sorgerà il Monumento ai Mille, accolto dal gruppo folklorico “Coro Lilibetano”.
Poi l’Inno di Mameli che ha preceduto un momento di preghiera e la benedizione di monsignor Giuseppe Ponte, nonché gli interventi di Pino Pace (“grazie alla Città di Marsala per
l’ospitalità, vi ripagheremo con cinque giornate di sapori, colori e spettacolo”) e Ignazio Abrignani (“tutti, dal Comune di Marsala al Governo Berlusconi, si sono impegnati perché
quest’opera fosse finanziata e i lavori riprendessero”).
Quindi il saluto del sindaco Renzo Carini, visibilmente soddisfatto per l’avvio del cantiere del Monumento ai Mille. “Ringrazio quanti mi sono stati vicino in questo mio impegno diuturno per la
ripresa dei lavori dell’opera, ha affermato Carini; a cominciare dal deputato regionale Paolo Ruggirello che ha velocizzato l’iter per la concessione dell’area demaniale.
Oggi è un giorno importante e il fatto che ricada nell’anno in cui ricorre il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia – ha concluso Carini – dà ancora più
significato a questo cantiere che riapre dopo decenni e che porterà a compimento il Monumento ai Mille”.
Poi, lo stesso sindaco di Marsala ha letto il saluto del ministro della Giustizia Angelino Alfano che “impossibilitato a gioire di questo momento”, ha dato atto al sindaco Carini che “la
decisione adottata dalla Presidenza del Consiglio (finanziamento di un milione di euro; ndr) si deve in gran parte alla tua abilità di amministratore ed alla passione non soltanto politica
per la bellissima Marsala e per i marsalesi”.
A conclusione degli interventi, l’esibizione del “Coro Lilibetano” e la degustazione di tipicità (“Assaporando”) curata dall’Istituto Alberghiero di Marsala. Il programma “Siciliamo”
proseguirà nel pomeriggio con la commemorazione delle vittime dell’11 Maggio 1943, a Villa Del Rosario.

Alessandro Tarantino

Leggi Anche
Scrivi un commento