XVII° Edizione Ercole Olivario

XVII° Edizione Ercole Olivario

Da lunedì 23 sono al lavoro 16 esperti assaggiatori che, guidati da un capo panel, degustano e giudicano gli 87 oli finalisti che hanno superato la selezione regionale, scelti da un
campione nazionale di 313 aziende provenienti da 17 regioni olivicole diverse.

Un lavoro accurato e impegnativo che va di pari passo con l’organizzazione dell’accoglienza e del cerimoniale di premiazione che avrà il suo culmine sabato 28 marzo.

Il prossimo fine settimana è infatti davvero ricco di appuntamenti e iniziative a corollario del Concorso: ad iniziare da venerdì con gli incontri a tema di Agriumbria (Umbriafiere
a Bastia) dove alle 16.00 si potrà partecipare al seminario ICE su «Opportunità di commercializzazione dell’olio di qualità in Russia»; a seguire «Il ruolo
dell’Agenzia delle Dogane a difesa dei produttori e a tutela dei Consumatori» a cura dell’Ag. Delle Dogane di Lazio e Umbria.

Il giorno successivo, sabato, a Bevagna dalle ore 9,30 fino alle 19.00 visita del circuito della Gaite (gli antichi quartieri della cittadina), con la ricostruzione dei mestieri e della vita
quotidiana degli abitanti di Bevagna nel periodo compreso tra il 1250 e il 1350, appuntamento realizzato in anteprima e in esclusiva in occasione dell’Ercole Olivario.

La cerimonia di premiazione si svolgerà sempre sabato 28 a partire dalle ore 11.00, nel teatro comunale F. Torti di Bevagna. Dopo i saluti del Sindaco Enrico Bastioni e del Pres. della
CCIAA di Perugia Alviero Moretti, sarà dato il benvenuto ad una rappresentanza istituzionale della Repubblica di Cipro (paese ospite d’onore) ed uno spazio al momento culturale con la
descrizione, da parte della Dr.ssa Maria Rosaria Belgiorno (ITABC-CNR) di un sito archeologico cipriota di 4000 anni fa, caratterizzato dalla produzione e lavorazione dell’olio.

Intorno alle ore 12,00 saranno infine premiati gli oli che avranno raggiunto i primi due posti nelle due graduatorie finali, degli oli a denominazione di origine e degli oli extravergini, per le
singole tipologie: a) fruttato leggero; b) fruttato medio; c) fruttato intenso. Sei trofei che andranno quindi a premiare il meglio del meglio della produzione olivicola nazionale in un anno che,
secondo i dati ufficiali, promette di essere di altissimo livello qualitativo. E’ altresì prevista l’assegnazione del premio speciale «Amphora Olearia» che sarà
assegnato alla miglior confezione da una giuria composta da un giornalista ed un rappresentante per ciascuna associazione (CNO, UNAPROL e UNASCO). Anche quest’anno sarà inoltre attribuita
la menzione speciale olio biologico che sarà assegnata al prodotto, certificato a norma di legge, che avrà ottenuto il punteggio più alto tra gli oli biologici
finalisti.

In allegato, l’elenco dei finalisti divisi per regione.

Leggi Anche
Scrivi un commento